Omicron, la quarta dose è efficace? Cos’ha scoperto uno studio

In Israele i ricercatori si sono messi a studiare quanto la quarta dose possa essere efficace contro questa variante: la difesa è limitata.

La variante Omicron sta invadendo tutto il mondo. In Israele i ricercatori si sono messi a studiare quanto la quarta dose possa essere efficace contro questa variante: la difesa è limitata.

Omicron: la quarta dose ‘offre una difesa parziale’

Un ospedale israeliano lunedì ha affermato che una ricerca preliminare indica che una quarta dose del vaccino contro il coronavirus fornisce solo una difesa limitata contro la variante dell’Omicron che si sta diffondendo in tutto il mondo.

Lo Sheba Hospital il mese scorso ha iniziato a somministrare un quarto vaccino a più di 270 operatori sanitari: 154 che hanno ricevuto un vaccino Pfizer-BioNtech e altri 120 che hanno ricevuto quello di Moderna. Tutti erano stati precedentemente vaccinati tre volte con il vaccino Pfizer-BioNtech.

Lo studio clinico ha rilevato che entrambi i gruppi hanno mostrato aumenti degli anticorpi “leggermente superiori” rispetto al terzo vaccino dell’anno scorso. Ma si è evidenziato che l’aumento degli anticorpi non ha impedito la diffusione dell’Omicron.

“Nonostante l’aumento dei livelli di anticorpi, il quarto vaccino offre solo una difesa parziale contro il virus”, ha affermato il dott. Gili Regev-Yochay, direttore dell’unità per le malattie infettive dell’Ospedale. “I vaccini, che erano più efficaci contro le varianti precedenti, offrono meno protezione rispetto all’Omicron”.

I risultati preliminari hanno sollevato interrogativi sulla decisione di Israele di offrire una seconda dose di richiamo – e la quarta in assoluto – alla sua popolazione di oltre 60 anni. Il governo afferma che oltre 500.000 persone hanno ricevuto il secondo richiamo nelle ultime settimane.

Il dottor Nahman Ash, direttore del Ministero della Salute israeliano, ha affermato che la ricerca non significava che il quarto tentativo di vaccinazione fosse un errore. “Restituisce il livello di anticorpi a quello che era all’inizio del terzo richiamo. Questo ha una grande importanza, soprattutto tra la popolazione più anziana”, ha detto a Channel 13 TV.

LEGGI ANCHE: Covid-19 e Omicron, fino a quanto può durare la positività?