Il Covid-19 ha ucciso anche tre leopardi delle nevi

Tre leopardi delle nevi sono morti al Lincoln Children's Zoo in Nebraska, negli USA, per complicazioni legate al coronavirus.

Tre leopardi delle nevi sono morti venerdì scorso, 12 novembre, al Lincoln Children’s Zoo in Nebraska, negli Stati Uniti d’America, per complicazioni legate al coronavirus.

Lo zoo ha annunciato la drammatica notizia in un post condiviso su Facebook venerdì sera:

“È con profonda tristezza che informiamo la nostra comunità che tre leopardi delle nevi al Lincoln Children’s Zoo sono morti a causa delle complicazioni del COVID-19”.

“I nostri leopardi, Ranney, Everest e Makalu, erano amati da tutta la nostra comunità dentro e fuori lo zoo. Questa perdita è davvero straziante e stiamo tutti insieme in lutto”, si legge ancora nel post.

I leopardi sono risultati positivi al virus il 13 ottobre scorso, secondo l’agenzia di stampa locale Lincoln Journal Star.

Oltre ai leopardi, due tigri di Sumatra dello zoo sono risultate positive al COVID-19 ma ora si stanno riprendendo. Dopo che i leopardi e le tigri sono risultati positivi al coronavirus, il personale ha trattato gli animali infetti con steroidi e antibiotici.

Il Lincoln Children’s Zoo ospita più di 400 animali ma il personale non ha segnalato infezioni tra le altre specie.

Negli zoo di tutti gli USA si effettuano test per il COVID-19 dall’inizio della pandeia. Lo zoo di St. Louis ha riferito che otto grandi felini sono risultati positivi al COVID-19 il 12 novembre.

LEGGI ANCHE: Perché i cani inclinano la testa? La scoperta di uno studio.