Morso di una zecca può attaccare il cervello, altro morto negli USA

Nel Maine, negli USA, è morto un uomo dopo essere stato infettato dal virus Powassan che aggredisce il cervello in 15 minuti.

Un uomo del Maine, uno Stato più a nord-est degli Usa, è morto dopo essere stato morso da una zecca di cervo infetta, zecca di marmotta o zecca di scoiattolo. Questo è quanto riportato dal Maine Center for Disease Control and Prevention (CDC), l’organizzazione della sanità locale.

Morto uomo dopo morso di una zecca, infettato dal virus Powassan

Nel Maine è morto un uomo dopo essere stato infettato dal virus Powassan che si trasmette tramite un morso di zecca di cervo infetta, zecca di marmotta o zecca di scoiattolo. In soli 15 minuti dall’evento il virus riesce ad aggredire il cervello. L’infezione non è contagiosa ma il problema rilevante è che spesso le persone contagiate da questo virus non hanno sintomi.

Tuttavia, in altri casi, si possono evidenziare i seguenti sintomi:

1. Febbre.
2. Mal di testa.
3. Vomito.
4. Debolezza.

Le malattie più gravi secondarie al morso di questa zecca sono l’encefalite (infiammazione del cervello) o la meningite (infiammazione acuta delle meningi).

Problemi neurologici che comportano anche stato confusionale, perdita di memoria, convulsioni, perdita di coordinazione.

Entrambi i casi sono da trattare con urgenza, la vita può essere a rischio.

Esiste una cura? Purtroppo si può solamente intervenire sulle condizioni sopra descritte e sui sintomi.

Non si tratta del primo caso negli Stati Uniti, secondo il CDC ci sono stati solo 44 casi tra il 2011 e il 2015. Dal 2016 e il 2020, però, sono stati segnalati 134 casi. I casi annuali di tutte le malattie trasmesse dalle zecche segnalate al CDC sono più che raddoppiati tra il 2004 e il 2019, passando da 22.527 nel 2004 a più di 50.000 nel 2019.

Dati che mettono in allarme: «Le zecche sono attive e cercano un ospite da mordere in questo momento», ha affermato Nirav D. Shah, Direttore del Maine CDC. «Esorto le persone e i visitatori del Maine ad adottare misure che prevengano le punture di zecca».

LEGGI ANCHE: 6 alimenti essenziali per la soluzione delle donne