Migranti e coronavirus, il virologo Clementi contro le navi quarantena

Le navi da crociera sono «luoghi ideali per lo sviluppo di epidemie di virus respiratori e intestinali (note alcune epidemie di infezione da norovirus, che hanno impedito a lungo gli sbarchi, in altre situazioni). Perché allora si è scelto di allestire 2 navi per la quarantena Covid-19 in Sicilia? Sembra poco sensato e molto costoso! I colleghi infettivologi così pronti a confutare idee scientifiche di altri senza leggere i dati, forse per mancanza di tempo in relazione ai molti impegni televisivi, non hanno nulla da dire al CTS?».

Lo ha scritto in un post su Facebook il virologo Massimo Clementi, Ordinario di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele, in merito alla decisione del Viminale di assegnare navi per la quarantena dei migranti.

LEGGI ANCHE: Perché il coronavirus non è comparso nell’Isola del Giglio?