Mal di schiena: cos’è, sintomi e rimedi naturali

Mal di schiena. Quali sono i sintomi, le cause e i rimedi naturali del dolore alla schiena.

I dolori alla schiena sono iniziati anche per te, forse non li hai mai avuti oppure insorgono periodicamente: il tuo lavoro t’impedisce di assumere delle posizioni confortevoli.

Pensi di localizzare il dolore, forse è in alto oppure al centro o in basso della schiena ma non conosci l’origine di questo fastidio. Ecco una ‘guida’ che può esserti d’aiuto.

Mal di schiena, dai sintomi ai rimedi naturali

Il dolore alla schiena può insorgere nel basso dorso (lombalgia) e coinvolgere i muscoli e le ossa, raramente può manifestarsi a livello dorsale (dorsalgia), dolore nella parte posteriore del torace, centralmente alla schiena.

Non sono noti i motivi del mal di schiena, tuttavia è un disturbo molto frequente e nel 95% dei casi dipende da un impiego errato protratto nel tempo della colonna vertebrale come dei movimenti non consoni o un sovraccarico della stessa.

Secondo l’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) è la prima causa di disabilità al mondo.

Forse hai iniziato a mangiare più del solito e sei in sovrappeso, oppure hai smesso di fare attività fisica per mancanza di tempo o ancora, tieni i tuoi muscoli in tensione per via dello stress: stai predisponendo la tua schiena a rispondere con un malessere e non dipende certo dall’età.

Quelle elencate sono solo delle cause ma se ne contano all’incirca 800 di diversa entità e come avrai notato, lo stile di vita è un fattore da non trascurare.

Il mal di schiena lombare può essere anche associato alla degenerazione e alla fuoriuscita del disco intervertebrale, altre cause scatenanti possono essere:

  • Artrite (infiammazione cronica delle articolazioni).
  • Osteoporosi (malattia sistemica dell’apparato scheletrico).

Quelli che senti sono i sintomi specifici del dolore alla schiena, ovvero:

  • Dolori muscolari.
  • Rigidità locale, formicolio o bruciore locale.
  • Un dolore che può anche irradiarsi alle gambe.
  • Difficoltà nei movimenti e una ridotta flessibilità.

Per una corretta diagnosi è bene rivolgersi ad uno specialista, un fisioterapista, che apporterà una valutazione clinica mirata tramite l’anamnesi (raccoglierà le informazioni per formulare una diagnosi in linea con i sintomi riportati) e ponendo alcune domande.

Per verificare quanto individuato il fisioterapista procederà con l’esame funzionale (valutazione della postura, dei movimenti residui, valutazione neurologica e neurodinamica), effettuerà una palpazione per individuare le zone sintomatiche.

Per quanto possa essere molto diffuso, il dolore alla schiena ha un quadro clinico complesso che bisogna indagare.

Tuttavia, la letteratura scientifica è d’accordo nell’indicare come RX o la Risonanza Magnetica non siano spesso utili al fine della diagnosi anche se questi possono essere prescritti se necessario.

Il mal di schiena può essere ricorrente o occasionale e spesso non è necessario un trattamento, scompare da sé.

Per alleviare il dolore può essere consigliata l’assunzione degli antinfiammatori oppure degli antidolorifici sempre su prescrizione medica o ancora dei trattamenti con il calore (cerotti).

Alcuni rimedi naturali possono essere:

  • l’utilizzo dell’olio di arnica.
  • L’assunzione dei fiori di Bach.
  • Sottoporsi all’aromaterapia oppure all’omeopatia.
  • Praticare yoga.