Quali sono le migliori tisane per prendere sonno?

L'insonnia è un problema che si può risolvere anche grazie a diverse tisane. Scopriamo assieme le migliori e come prepararle.

L’insonnia è un problema comune a molte persone. Come affrontarla? Dare una risposta univoca a questa domanda è impossibile. Tutto in fatti dipende dalla situazione della singola persona che, per esempio, può anche avere bisogno di un percorso di psicoterapia.

In ogni caso, è bene ricordare la possibilità di chiedere aiuto alle tisane. Quali sono le migliori nei casi in cui si fa fatica a prendere sonno? Scopriamolo assieme nelle prossime righe!

Tisana alla camomilla

Eccoci a parlare di un grande classico delle tisane per dormire meglio. In questo caso, per la preparazione è sufficiente procurarsi circa 50 grammi di fiori di camomilla, lasciandoli in infusione per qualche minuto. Se si vuole, si possono aggiungere anche dei fiori di biancospino e un cucchiaio di miele.

Tisana alla valeriana

Utilizzata come sedativo già da Galeno, considerato tra i padri della scienza medica, la valeriana può essere utilizzata come ingrediente principale di una tisana utile per conciliare il sonno. Il motivo del suo utilizzo riguarda il fatto che, quando si parla dei suoi componenti, si inquadra un’azione molto simile a quella delle benzodiazepine, ma senza il contro oggettivo degli effetti collaterali.

Tisana alla melissa

Proseguendo con l’elenco delle tisane utili per conciliare il sonno è impossibile non chiamare in causa quelle alla melissa. Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Labiateae, ha un noto effetto rilassante. Per preparare la tisana, basta procurarsi le foglie e lasciarle in infusione per una decina di minute.

LEGGI ANCHE: 7 rimedi per contrastare l’insonnia

Come affrontare l’insonnia

Esistono, come già ricordato, diverse alternative per tenere sotto controllo l’insonnia. Un buon consiglio al proposito prevede il fatto di spegnere i device elettronici un’ora prima di coricarsi. Da non dimenticare è anche il fatto di evitare di mangiare troppo a cena. Fondamentale è altresì dormire con il cellulare spento e non tenerlo mai sul comodino. Per la mattina, si può utilizzare una sveglia elettronica.

LEGGI ANCHE: Come combattere l’insonnia il giorno prima di un esame