Lavarsi le mani, gli uomini lo fanno meno delle donne

A evidenziare questa differenza ci hanno pensato diversi studi internazionali svolti negli ultimi anni.

Negli ultimi mesi, a seguito dell’esplosione della pandemia di SARS-CoV-2, si sente parlare sempre di più dell’importanza di lavare le mani per minimizzare il rischio di contagio.

A tal proposito, è bene ricordare che l’approccio al lavaggio delle mani cambia a seconda del sesso. Come evidenziato da un sondaggio pubblicato in Francia lo scorso mese di febbraio, gli uomini tendono a lavarsi le mani molto meno rispetto alle donne.

Lo studio statunitense

Dati in merito sono stati raccolti anche nel 2013 da un’equipe attiva presso la Michigan State University. Gli esperti in questione hanno monitorato i dati di 3.749 persone. Il 15% dei soggetti di sesso maschile non si lavava le mani dopo essere andato in bagno. Per quanto riguarda le donne, la percentuale in questione era pari al 7. Entrando nel vivo dei dati, ricordiamo che solo la metà dei soggetti di sesso maschile ha parlato di un’abitudine all’utilizzo del sapone (contro il 78% delle donne).

LEGGI ANCHE: Perché non si devono lavare i denti subito dopo aver mangiato?

Lo studio britannico

Le differenze tra i sessi per quanto riguarda il lavaggio delle mani sono state indagate anche da uno studio britannico del 2009. Condotto da un team di esperti attivi presso l’University College di Londra, come evidenziato dalla Dottoressa Susan Michie, una delle scienziate che lo ha condotto, ha permesso di fare una scoperta interessante.

Quale di preciso? Il fatto che, quando sono presenti altre persone in bagno, è più probabile che la gente si lavi le mani. Gli studiosi hanno notato che, in generale, quando sono da sole in bagno le persone tendono a bypassare la fase del lavaggio delle mani.

A cosa è dovuta la differenza tra i due sessi per quanto riguarda il lavaggio delle mani? Secondo la Michie, alla base c’è la programmazione sociale. Le donne, infatti, tendono a concentrarsi sull’aspetto della cura (cura dei bambini, cura degli ambienti domestici etc) molto più degli uomini.

A detta del Dottor Carl Borchgrevink, conta molto anche il senso di invincibilità che provano molti uomini, che non si lavano le mani convinti di essere sufficientemente puliti.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, come ci si contagia facendo jogging?