La cattiva igiene dentale può aumentare il rischio di cancro al fegato

Lo dice un nuovo studio che ha analizzato i dati di 469mila cittadini britannici. I dettagli.

0

Se non si presta attenzione all’igiene dentale si aumenta il rischio di cancro al fegato del 75%. Lo sostiene uno studio condotto da ricercatori della Queen’s University di Belfast.

Analizzando i dati di oltre 469mila cittadini britannici, questo studio è stato condotto per studiare la possibile associazione tra la salute orale e il rischio di tumori gastrointestinali, inclusi fegato, colon, retto e pancreas.

La pessima salute orale è stata associata allo sviluppo di malattie croniche come malattie cardiache, ictus e diabete“, ha detto il dott. Haydee WT Jordao del Center of Public Health della Queen’s University, aggiungendo che “non c’era alcuna prova concreta di un legame tra la scarsa igiene dentale e casi specifici di tumori gastrointestinali, cioè lo scopo del nostro studio“.

Nessun collegamento è stato trovato per la maggior parte dei tumori studiati, tranne che per il cancro al fegato e l’associazione è stata significativa, come riportato su Pourquoidocteur.fr.

Degli oltre 469mila partecipanti, circa 4.000 hanno sviluppato il cancro gastrointestinale durante i sei anni della ricerca. Il 13% ha riferito della propria scarsa igiene orale. Questi pazienti erano per lo più donne giovani, provenienti da un basso livello socio-economico e che hanno consumato meno di due porzioni di frutta o verdura al giorno.

Diverse possibili spiegazioni

I meccanismi biologici coinvolti nel legame tra la scarsa salute orale e il cancro al fegato restano incerte. Una possibile spiegazione è il presunto ruolo del microbioma orale e intestinale nello sviluppo della malattia.

Il fegato aiuta ad eliminare i batteri dal corpo – ha spiegato il dott. Jordao – Quando il fegato è affetto da malattie come l’epatite, la cirrosi o il cancro, le sue funzioni dominuiscono e così i batteri sopravvivono più a lungo e possono causare maggiori danni. Uno dei suoi batteri, il Fusobacterium nucleatum, si sviluppa nella bocca ma il suo ruolo nel cancro al fegato è ancora incerto. Ulteriori studi sono necessari per associare il microbioma al cancro al fegato“.

Un’altra teoria sostiene che i partecipanti con un numero significativo di denti mancanti sono inclini a cambiare l’alimentazione e, quindi, assumono meno prodotti nutrienti, aumentando così il rischio di cancro al fegato.

Il cancro al fegato è la sesta causa di morte nell’Unione europea, responsabile del decesso di quasi 60mila persone all’anno. Tra i fattori di rischio ce ne sono anche e soprattutto di prevenibili, come il fumo, il consumo di alcol e l’eccesso di peso.

Commenti