Cancro ai polmoni, il sintomo che non va trascurato

Il cancro ai polmoni è probabilmente uno dei più pericolosi tipi di tumore. Ci sono sintomi che vanno attenzionati per intervenire presto.

tosse

Il cancro ai polmoni è probabilmente uno dei più pericolosi tipi di tumore. Ogni anno uccide più donne rispetto al cancro al seno, alle ovaie o all’utero.

Perché è così mortale? Il motivo principale è che in quasi tutti i casi viene diagnosticato troppo tardi. Circa il 70% dei pazienti scopre il cancro al polmone quando si è già diffuso altrove nel corpo (metastasi): non ci sono, infatti, test di screening per rilevare questo tipo di cancro nelle fasi iniziali e i sintomi non sono caratteristici.

Per tutelarsi, è necessario sapere quali segni possono essere associati al cancro del polmone, premettendo che lo sviluppo di questo tipo di cancro è tipicamente asintomatico.

Tuttavia, secondo la dott.ssa statunitense Andrea McKeeuna tosse cronica è un sintomo  che può essere presente precocemente in alcuni casi. L’esperto ha spiegato che se un tumore sta spingendo in un punto particolare (di solito, su uno dei bronchi), può attivare i recettori della tosse. L’oncologo ha aggiunto anche che il tumore non deve nemmeno essere grande se cresce in un’area così specifica. Alcuni pazienti possono anche sperimentare una tosse con sangue, a seconda della posizione del tumore.

IMPORTANTE: se si ha una tosse persistente, che non termina in due o tre settimane e non è associata a nessun virus o infezione batterica, si consiglia di visitare un medico il più presto possibile.

GLI ALTRI SINTOMI

Sebbene nelle fasi iniziali la malattia di solito non causi alcun sintomo, alcune persone potrebbero sperimentare questi segni:

  • dolore toracico, che può peggiorare a causa di risate, tosse o respiro profondo;
  • raucedine;
  • perdita di peso e scarso appetito;
  • mancanza di respiro;
  • affaticamento costante;
  • infezioni croniche: bronchite o polmonite.

Se il cancro si diffonde in altre parti del corpo, può causare questi sintomi:

  • dolore osseo;
  • mal di testa, debolezza o intorpidimento delle estremità, vertigini o altri cambiamenti del sistema nervoso;
  • cambiamento del colore della pelle, tipicamente giallastro (ittero);
  • presenza di noduli.

Inoltre, a seconda della posizione e della dimensione del tumore, il cancro al polmone può causare diverse sindromi:

  • Sindrome di Horner: Questa sindrome è caratterizzata dall’abbassamento di una palpebra, da una pupilla più piccola, dalla sudorazione ridotta o completamente assente sullo stesso lato del viso e dal dolore alla spalla. Questa sindrome si verifica se il tumore cresce nella parte superiore dei polmoni.
  • Sindrome della vena cava superiore: una grande vena che trasporta il sangue dalla testa e dalle braccia al cuore è chiamata vena cava superiore. Il tumore può essere localizzato vicino alla vena e premere su di essa, peggiorando così il flusso sanguigno. Questo può portare a gonfiore al collo, alle braccia e al viso.
  • Sindromi paraneoplastiche: in rari casi, il cancro al polmone può produrre sostanze simili agli ormoni che possono interrompere il lavoro di altri organi, danneggiare il sistema nervoso, aumentare i livelli di calcio o portare a coaguli di sangue.

Certamente, molti dei sintomi sopra elencati possono indicare diverse altre malattie. Tuttavia, è sempre meglio consultare un medico il prima possibile se ne notiamo qualcuno.

LEGGI ANCHE: Cos’è l’amiloidosi renale?