Fare l’amore può proteggere dal Coronavirus?

Fare l'amore può proteggere dal Coronavirus? Da uno studio statunitense arriva un'interessante risposta in merito.

Fare l’amore può proteggere dal Coronavirus? Sono tante le persone che si pongono questa domanda, considerando i benefici che, in generale, una regolare attività sessuale apporta alla salute. Da uno studio USA, potrebbe arrivare una risposta molto interessante in merito.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: chi sono le persone più a rischio?

Sesso e Coronavirus: lo studio della Wilkes University

Come sopra ricordato, gli studiosi della Wilkes University hanno messo in primo piano una risposta molto interessante per chi vuole capire se il sesso può o meno rappresentare un elisir di protezione contro il Coronavirus.

Gli esperti hanno reclutato 110 persone e, partendo dai loro campioni salivari, hanno valutato la presenza di immunoglobuline A, anticorpi in grado di protegggere l’organismo umano dagli attacchi di virus e batteri.

I soggetti sopra ricordati, tutti volontari, sono stati divisi in 3 categorie. La prima comprendeva le persone abituate a fare l’amore meno di una volta a settimana. La seconda, invece, individui aventi l’abitudine di avere rapporti sessuali 1/2 volte ogni sette giorni. Per quanto riguarda la terza categoria, si parla invece di persone avvezze a fare sesso più di due volte a settimana.

Al follow up, i ricercatori hanno scoperto un numero di immunoglobuline A superiore del 30% nei soggetti abituati ad avere rapporti sessuali con maggior frequenza (parliamo nello specifico della fascia intermedia e non di quella dei soggetti abituati ad avere rapporti più di due volte a settimana). I risultati sono chiari: fare l’amore più spesso aumenta la produzione di anticorpi e, di riflesso, aiuta a proteggere il corpo dagli attacchi di virus e batteri.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: perché è più pericoloso dell’influenza?