Emangiosarcoma nei cani: cause, sintomi, trattamento

Tutte le informazioni su uno dei tumori più diffusi tra i cani di taglia grande.

emangiosarcoma cani

Quando si parla di emangiosarcoma, si inquadra uno dei tumori più frequenti nei cani. Se vuoi sapere qualcosa di più sulle sue caratteristiche e su come prevenirlo e affrontarlo – così da prenderti cura nel migliore dei modi della salute del tuo amico a 4 zampe – seguici nelle prossime righe e scopri la guida che abbiamo preparato.

emangiosarcoma cani

Cos’è l’emangiosarcoma?

L’emangiosarcoma è un tumore, molto frequente nei cani, che colpisce l’endotelio. Questa tipologia di tessuto, come ricordato dall’enciclopedia Treccani, riveste la superficie interna dei vasi ematici, dei vasi linfatici e del cuore.

La patologia tumorale può derivare da:

  • Anomalie di crescita cellulare che partono dalle cellule endoteliali differenziate.
  • Sviluppo a partire dagli emangioblasti, cellule progenitrici dotate di capcità proliferativa bilinerare.

In virtù degli studi che sono stati effettuati negli ultimi decenni, l’orientamento della scienza veterinaria è sempre più spostato verso la seconda alternativa come fattore causale principale dell’engiosarcoma.

LEGGI ANCHE: Artrosi nel cane, cos’è meglio sapere.

Quali sono i cani più a rischio?

I cani più a rischio per quanto riguarda l’emangiosarcoma sono gli esemplari di taglia grande e di ambo i sessi. Numeri alla mano, questa tipologia di tumore viene diagnosticata soprattutto nei pastori tedeschi e nei golden retriver. Subito dopo, per quanto riguarda i numeri delle diagnosi, troviamo i labrador.

Dove compare il tumore

Tra i vasi ematici e linfatici il cui tessuto endoteliale viene più frequentemente colpito dall’emangiosarcoma è possibile citare la prostata, la vescica e l’utero. Il tumore in questione può diffondersi tramite metastasi.

Sintomatologia

Quali sono i segnati che devono mettere in allarme e far sospettare un emangiosarcoma nel cane? Tra i sintomi da non trascurare è possibile citare gli improvvisi episodi di collasso, così come l’inspiegabile pallore delle mucose. Ricordiamo inoltre che i cani con questo tumore hanno spesso a che fare con episodi di vomito e con una generale sensazione di debolezza.

Quando si parla della sintomatologia di questo tumore frequente nei cani, è il caso di ricordare anche l’anoressia e il vomito.

Diagnosi

Ai fini della diagnosi dell’emangiosarcoma nei cani è fondamentale l’emocromo. Il veterinario guarda in particolare all’eventuale diminuzione dei globuli rossi, ma soprattutto all’aumento dei tempi di coagulazione e a quello dei valori dei neutrofili. Fondamentale per la diagnosi è pure l’esame citologico.

Trattamento

Questo tumore si tratta quasi sempre con la chemioterapia. Nella maggior parte dei casi, purtroppo, pur facendo ricorso alle terapie la prognosi rimane non positiva e si può solo guadagnare qualche mese, arrivando a circa 6/8 dalla diagnosi.

LEGGI ANCHE: Perché alle donne piacciono di più gli uomini con la barba?