Dolore: soffriamo di meno se abbiamo accanto il nostro partner, la scoperta di uno studio

Un gruppo di ricercatori ha testato la relazione al dolore di molte coppie eterosessuali. Ecco cosa è stato scoperto.

0

L’amore ci rende ciechi… e meno sensibili al dolore?

La ricerca condotta dall’Università di Scienze, Informatica e Tecnologia medica in Austria e dall’Università delle Baleari in Spagna si è concentrata sul dolore provato dalle persone impegnate in una relazione, con o senza il partner. Ebbene, anche senza il contatto fisico o verbale, avere la metà vicina ridurrebbe il dolore.

Una presenza rilassante

Come riportato su Pourquoidocteur.fr, 48 coppie eterosessuali hanno partecipato allo studio. Ciascun partner ha effettuato un test del dolore, una volta da solo e una volta accompagnato. Non c’era comunicazione fisica o verbale tra le due persone. I ricercatori hanno permesso soltanto di guardarsi l’un l’altro. È stato appurato che il dolore provato dai partecipanti era più forte quando erano soli.

Sapevamo che parlare o toccare qualcuno riduce il dolore“, ha affermato uno degli autori dello studio, Stefan Duschek, “ma la nostra ricerca dimostra che anche la presenza passiva di un partner può ridurlo“. Quando i ricercatori hanno somministrato gli stimoli di pressione costante, anche gli indici del dolore sensoriale erano più bassi. Secondo i loro risultati, l’empatia del partner è in grado di alleviare l’angoscia provata durante l’esposizione al dolore.

Leggi anche: 12 rimedi naturali per il dolore neuroptico (o nevralgia).

L’amore produce gli stessi effetti dell’alcol

Gli effetti di una relazione sui nostri sentimenti possono sorprendere. Nel marzo 2019, i ricercatori hanno dedicato uno studio agli effetti dell’amore sul nostro corpo. Quando trascorriamo del tempo con il nostro partner o facciamo l’amore, produciamo un ormone chiamato ossitocina. Secondo questi scienziati, l’ormone avrebbe lo stesso effetto sul corpo dell’alcol, compresa la capacità di ridurre la paura e lo stress.

Commenti