Soffri di pressione alta? Cosa mangiare e cosa no

Se vuoi scoprire le caratteristiche della dieta per la pressione alta, leggi ora il nostro articolo con tutte le specifiche sui cibi top e flop.

La pressione alta, detta anche ipertensione, è una condizione molto seria. Considerata tra i principali fattori di rischio per la salute cardiovascolare, colpisce pazienti di ambo i sessi. Come specificato dagli esperti della Fondazione Veronesi, il problema della pressione alta, considerando i dati italiani, riguarda circa il 33% dei soggetti di sesso maschile e il 31% delle donne.

Quando si ha a che fare con questa condizione è molto importante essere consapevoli del fatto che, grazie all’alimentazione, è possibile fare qualcosa di rilevante per la propria salute.

Se stai cercando informazioni in merito, nelle prossime righe puoi trovare alcune dritte preziose relative alla dieta per la pressione alta.

Dieta pressione alta cosa mangiare

Prima di entrare nel vivo della dieta per la pressione alta, ricordiamo che si può parlare della suddetta condizione in presenza dei seguenti valori:

  • Massima o sistolica uguale o superiore ai 140 mmHg/135
  • Minima o diastolica uguale o superiore ai 90 mmHg/85

Fondamentale è specificare che, in caso di diabete o gravidanza, i valori limite sono più bassi.

Chiarito questo importante aspetto possiamo entrare nel vivo dei consigli per la dieta. Il primo riguarda il fatto che, se si ha intenzione di tenere sotto controllo i valori della pressione, è fondamentale ridurre l’apporto di sodio.

LEGGI ANCHE: Colite nervosa: cosa mangiare e cosa evitare.

dieta per la pressione alta

Basilare a tal proposito è rendersi conto che il sale non è l’unica fonte. Anche alimenti come i prodotti da forno e i grissini – per non parlare dei croissant industriali – sono ricchi di questo minerale che non è certo un alleato della regolarità pressoria.

Alimenti contro pressione alta

A questo punto viene naturale chiedersi cosa sia meglio includere in una dieta per la pressione alta. Dal momento che i cibi ricchi di sodio hanno un peso notevole nell’alimentazione di molte persone, il consiglio è quello di impegnarsi, quando si può, per ridurre il sale. Per insaporire i cibi si può ricorrere a spezie e aromi.

Entrando invece nel vivo degli alimenti consigliati, ricordiamo l’importanza di consumare ogni giorno almeno cinque porzioni tra frutta e verdura. In questo modo, si ha la garanzia di un apporto quotidiano ottimale di potassio, minerale che ricopre un ruolo basilare nel mantenimento della regolarità pressoria.

Gli esperti raccomandano altresì di consumare legumi almeno una volta alla settimana, così da massimizzare l’apporto di calcio. Per quanto riguarda le bevande, gli esperti consigliano di non esagerare con il caffè, mantenendosi attorno alle due tazzine al giorno. Concludiamo facendo un veloce ma doveroso riferimento al mantenimento del peso forma.

LEGGI ANCHE: Pasta con crema di broccoli.