Demenza vascolare, sintomi, cause e trattamento

La demenza vascolare è un evento particolare che si manifesta solamente in seguito di infarti cerebrali diffusi o focali. Cosa è meglio sapere.

Demenza vascolare.

La demenza vascolare è un evento particolare che si manifesta solamente in seguito di infarti cerebrali diffusi o focali. Non si distacca a livello di deterioramento cognitivo dagli altri tipi di demenze ma dalla causa scatenante. Tuttavia, la sopravvivenza a 5 anni dall’insorgenza è del 61%, percentuale più elevata rispetto alle altre forme di demenza.

Demenza vascolare, una panoramica

Per demenza vascolare si intende un deterioramento cognitivo a seguito di un infarto cerebrale più o meno esteso. Ad essere coinvolti sono soprattutto gli uomini al di sopra dei 70 anni.

Spesso ci sono dei fattori predisponenti (ed anche evitabili) quali: ipertensione, diabete, iperlipidemia, fumo, ed altri.

Durante il corso della vita sarebbe bene modificare il proprio stile di vita per non incorrere in questo tipo di demenza. E capirete perché. Anche se, ovviamente, tutte le malattie – soprattutto in età avanzata – determinano uno stato di rottura con la quotidianità.

Segni e sintomi

Come abbiamo già accennato, anche questo tipo di demenza non si discosta dai sintomi delle altri tipi di demenza come la perdita di memoria, il pensiero rallentato, cambiamenti dell’umore e personalità, difficoltà a svolgere le attività di vita quotidiana, etc.

La demenza vascolare può essere multi-infartuale (quando sono coinvolti i vasi di medio calibro), solamente in questo caso ci sono delle differenze con gli altri tipi di demenza:

1. Avanza progressivamente.
2. Esagerazione dei riflessi tendinei profondi.
3. Risposta plantare in estensione.
4. Anomalie nell’andatura.
5. Debolezza di un arto.
6. Emiplegia.
7. Paralisi pseudobulbare con riso e pianto patologici.
8. Altri segni di disfunzione extrapiramidale.
9. Afasie.

Diagnosi

Per un’accurata diagnosi si utilizzano le tecniche di neuroimaging. Vengono valutati tutti i sintomi (fisici e psichici) e non correlati ad un disturbo psichiatrico o a un delirio.

Ovviamente, l’evidenza madre della demenza vascolare è la presenza di infarti cerebrali.

Trattamento

Il trattamento riguarda la gestione dei fattori di rischio precedentemente elencati e tuttavia quelli che hanno anche condotto all’insorgenza della malattia stessa (diabete, ipertensione, etc.) per prevenire infarti futuri e aggravare il quadro clinico.

E – come per ogni tipo di demenza – è fondamentale creare un ambiente confortevole e sicuro per il paziente.

LEGGI ANCHE: Dalla postura al cancro, 7 cause del dolore alla schiena.