Non vaccinato e senza mascherina, ecco in quanto tempo contagia un’altra persona

Due persone conversano senza la mascherina ma mantenendo le distanze. Uno di loro è infetto dal SARS-CoV-2. In quanto tempo contagia?

Donna con la mascherina anti Covid-19.
Donna con la mascherina anti Covid-19.

Due persone conversano senza la mascherina ma mantenendo le distanze. Uno di loro è infetto dal SARS-CoV-2. In 9 casi su 10, anche il suo interlocutore sarà contagiato dopo soli cinque minuti.

È la conclusione di uno studio del Max Planck Institute for Dynamics and Self-Organization che ha calcolato il rischio massimo di essere contagiati in diverse situazioni che coinvolgono due persone faccia a faccia, di cui una infetta, che indossa o meno una mascherina.

Eberhard Bodenschatz, direttore del Max Planck Institute for Dynamics and Self-Organization ha affermato che non si aspettava che “a una distanza di diversi metri, ci sarebbe voluto così poco tempo perché la dose infettiva venisse inalata dal respiro di un portatore del virus “.

Infatti, in uno degli scenari testati da lui e dalla sua squadra, in cui un contagiato discute con un non infetto rispettando una distanza di tre metri ma senza mascherina, bastano cinque minuti perché il coronavirus passi l’uno all’altro.

I tre scenari dello studio

Sono stati testati altri tre scenari: i due interlocutori indossano una mascherina chirurgica o FFP2, e l’interlocutore infetto da SARS-CoV-2 non ne indossa una ma la sua controparte sì (chirurgica o FFP2). Altro dettaglio, il contagiato è loquace. Quando entrambe le persone indossano una mascherina chirurgica, il rischio massimo di contrarre il coronavirus è del 30% dopo un’ora.

Nelle stesse condizioni, questo rischio massimo è soltanto dello 0,4% se entrambe le persone indossano una mascherina FFP2. Se la persona non infetta è l’unica protetta da una mascherina chirurgica e posta a circa 1,5 metri di distanza, il rischio massimo di contrarre il contagio è del 90% dopo 30 minuti di discussione. E il 20% dopo un’ora con una mascherina FFP2.

Anche il modo in cui viene indossata la mascherina influenza la probabilità di essere infettati dal Covid-19. Se le mascherine sono indossate male sul lato del viso o sul naso, il rischio di contrarre l’infezione aumenta del 4%. Se le mascherine sono indossate correttamente, il rischio di contrarre l’infezione è di circa il 10% dopo 20 minuti.

Minor rischio in condizioni reali

“Nella vita reale, la probabilità di infezione è certamente da 10 a 100 volte inferiore”, ha affermato Eberhard Bodenschatz. Infatti, per condurre i loro esperimenti, gli scienziati hanno dovuto fare delle scelte che non riflettono necessariamente le situazioni reali. Ad esempio, difficile stimare quanta aria fuoriesca dalla mascherina e raggiunge un’altra persona in ogni situazione. Se il rischio massimo teorico calcolato qui è già basso in scenari che includono una mascherina, deve essere ancora più basso nella vita reale. “Ecco perché è così importante che le persone indossino una mascherina durante la pandemia”, ha concluso Gholamhossein Bagheri, primo autore dello studio.

LEGGI ANCHE: AstraZeneca, scoperta la causa dei coaguli di sangue.