Covid-19, Pregliasco: “Sui vaccini apriamo velocemente a tutti”

Foto: ANSA/Mourad Balti Touati

«Staniamo gli anziani, completiamo questa parte di vaccinazioni ma contemporaneamente cerchiamo di immunizzare la maggior parte della gente possibile alla luce della disponibilità dei vaccini».

Così Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università Statale di Milano all’Adnkronos Salute, commentando la decisione dell’Alto Adige di aprire alle vaccinazioni senza limitazioni per fasce di età. «Serve una doppia tenaglia – ha spiegato Pregliasco – da un lato l’opera proattiva di recupero delle persone più fragili non vaccinate e dall’altro l’apertura a tutti, vacciniamo tutti coloro che lo vogliono, acceleriamo, anche per dare il Green Pass a tutti sfruttando questo aspetto positivo dei giovani che vogliono girare».

«Ben venga il vaccino agli adolescenti perché può portare in un prossimissimo futuro a un’ulteriore estensione della copertura» anti-Covid, ha aggiunto Pregliasco, alla vigilia del possibile via libera dell’Agenzia europea del farmaco EMA al vaccino Pfizer/BioNTech per la fascia di età 12-15 anni.

Poi, commentando il prossimo passaggio di alcune Regioni italiane in zona bianca, Pregliasco ha detto: «Un ‘bianco rinforzato’, per esempio con il mantenimento del coprifuoco o qualche paletto in più, sarebbe stato un elemento di maggiore precauzione, ma la progressione è così buona che prendiamo atto di questa possibilità».

«Cerchiamo, ognuno di noi, di non usufruire di queste nuove libertà oltremisura – ha ammonisto Pregliasco – in modo che si continui a procedere bene come stiamo andando fin ora. L’importante è mantenere le regole del nuovo galateo, in attesa di liberarci anche di queste».

LEGGI ANCHE: Perché il virus H5N8 non può essere pericoloso per gli esseri umani.