Covid-19, Pregliasco: “Prepariamo a una nuova ondata”

Foto: ANSA/Mourad Balti Touati

“Dobbiamo prepararci allo scenario di un’altra onda, possibile e prevista, come vediamo anche in altre nazioni, sia per le condizioni meteorologiche dell’autunno che per l’apertura della scuola, in quanto luogo di interconnessioni e contatti. Quindi, è bene avere attenzione”.

Lo ha detto ad Agorà, su Rai Tre Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano, rispondendo in merito ai possibili rischi legati alla ripresa dell’anno scolastico e sottolineando l’importanza di vaccinare contro il Covid-19 anche i ragazzi dai 12 anni in su.

“La non vaccinazione facilita la diffusione del virus, che si propaga come le onde di un sasso lanciato in uno stagno, abbiamo avuto e avremo altre onde”, ha detto.

Per prepararci alla nova ondata, per l’esperto, è importante vaccinare i ragazzi. “Bisogna limitare in questa fase la circolazione del virus, soprattutto ora che domina la variante Delta. I giovani sono spesso asintomatici e diventano diffusori inconsapevoli della malattia”, ha detto.

Il vaccino, ha aggiunto, “non è una caramella, nei giovani c’è un rischio di miocariditi di 4 casi su 100.000 ma a mio avviso sono limitatissime rispetto ai rischi del Covid per i giovani, tra i quali non è vero che passa senza problemi. Perché questa malattia porta comunque rischi di miocarditi e inoltre l’1% dei giovani che la contrae va in ospedale, anche se in genere hanno meno probabilità di morire. Così come sta emergendo ultimamente come i giovani presentano spesso Long Covid, ovvero danni a altri organi che non siano i polmoni. Questo porta le autorità a orientarsi a favore del vaccino”.