Covid-19 in Europa, l’allarme dell’OMS: “Situazione molto grave”

Hans Kluge, direttore regionale per l'Europa dell'OMS ha affermato che nel Vecchio Continente la situazione è «molto grave».

Photo by SJ Objio on Unsplash

Hans Kluge, direttore regionale per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha affermato che nel Vecchio Continente la situazione è «molto grave». I nuovi casi settimanali di coronavirus «hanno superato quelli segnalati quando la pandemia ha colpito per la prima volta a marzo».

«Oltre metà dei Paesi europei – ha aggiunto nel corso di un briefing online – hanno registrato aumenti di oltre il 10% nelle ultime due settimane e in sette Paesi l’incremento è stato pari a più del doppio». Questi numeri appresentano un «trend allarmante» e «devono essere una sveglia per tutti».

A proposito, poi, della decisine di alcuni Paesi, come la Francia, di ridurre il periodo di quarantena per il Covid-19, Catherine Smallwood, funzionaria dell’OMS, ha affermato: «La nostra posizione resta per una quarantena di 14 giorni, nell’interesse dei pazienti».

Infine, il bilancio aggiornato dei casi di contagio in Europa è di 4.893.614. Le vittime, invece, sono 226.524.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, fibrosi polmonari dopo le forme gravi della malattia.