Covid-19, “I vaccini proteggono da tutte le varianti”

Un dubbio che non lascia più risposte date dal caso, “I vaccini attualmente presenti in Europa proteggono dalle varianti attualmente in circolazione, anche da quella indiana“, è quello che ha dichiarato il 20 maggio Hans Kluge, direttore per l’Ufficio regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per l’Europa.

Questa affermazione non può fare abbassare la guardia, Kluge ribadisce che le autorità sanitarie dovrebbero rimanere vigili sul crescente numero di casi regionali causati dalla variante indiana.

Stiamo andando nella giusta direzione, ma dobbiamo mantenere un occhio vigile“, ha detto. “In diversi paesi, ci sono sacche di trasmissione in crescita che potrebbero evolversi rapidamente in pericolose rinascite. La pandemia non è ancora finita“.

La variante indiana fa discutere: “La nuova variante (B.1.617) identificata per la prima volta in India, è stata ora identificata in almeno 26 Paesi su 53 della Regione europea dell’Oms: dall’Austria alla Grecia da Israele al Kirghizistan”, ha poi spiegato Kluge.

Però, dati positivi sull’andamento dei contagi non lasciano spazio a perplessità: “I casi Covid e i decessi stanno diminuendo. I contagi settimanali in Europa sono scesi da un plateau di 1,7 milioni, a metà aprile, a quasi 685 mila nuovi casi la scorsa settimana. Si tratta di una diminuzione del 60% in un mese”.

Una nota dolente è stata sollevata però dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità che ha sottolineato di non cedere al passo dei viaggi internazionali, o quanto meno, farlo con cautela perché “Non esiste il rischio zero, i vaccini possono essere una luce alla fine del tunnel, ma non possiamo lasciare che questa luce ci accechi“.

L’obiettivo è quello di raggiungere la vaccinazione per tutte le fasce d’età entro la fine dell’anno, questo potrebbe far prevedere (anche se la sicurezza non è mai troppa) un allentamento delle misure e una riduzione dei casi di contagi già in atto in Europa.

Bisogna ricordare di continuare a mantenere il distanziamento sociale, l’uso della mascherina e l’accurata igiene delle mani.

LEGGI ANCHE: Vaccino anti Covid-19, scoperto il meccanismo che porta alle trombosi.