Covid-19, EMA indaga su altro effetto collaterale del vaccino Pfizer

Il Comitato di sicurezza dell’EMA (PRAC) sta valutando se esiste un rischio di sindrome infiammatoria multisistemica (MIS) con i vaccini anti Covid-19 a seguito di una segnalazione di MIS con Comirnaty (il siero Pfizer- BioNtech).

“Il caso – spiega l’EMA – si è verificato in un maschio di 17 anni in Danimarca, che da allora si è completamente ristabilito”.

Alcuni casi di MIS “sono stati riportati anche nel SEE in seguito alla vaccinazione con altri vaccini Covid-19”. La MIS “è una grave condizione infiammatoria che colpisce molte parti del corpo e i sintomi possono includere stanchezza, febbre grave e persistente, diarrea, vomito, dolore allo stomaco, mal di testa, dolore al petto e difficoltà respiratorie”.

“In questa fase, non ci sono cambiamenti alle attuali raccomandazioni dell’UE per l’uso dei vaccini Covid-19”, sottolinea l’EMA. Il PRAC “incoraggia tutti gli operatori sanitari a segnalare qualsiasi caso di MIS e altri eventi avversi in persone che hanno questi vaccini. Il PRAC valuterà ora i dati disponibili sulla MIS per determinare se la condizione può essere causata dal vaccino e raccomandare se sono necessarie modifiche alle informazioni sul prodotto dei vaccini”. “L’EMA e le autorità nazionali – conclude la nota – forniranno ulteriori aggiornamenti se necessario”.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Bassetti: “No al terrorismo su variante delta e bambini”