Covid-19, Bassetti: “Non ci sarà seconda ondata come a marzo”

Matteo Bassetti, ordinario di Malattie Infettive dell'Università di Genova, su Facebook ha fatto il punto della situazione sull'epidemia di coronavirus.

Matteo Bassetti (da Facebook)

Matteo Bassetti, ordinario di Malattie Infettive dell’Università di Genova e direttore della Clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, su Facebook ha scritto: «Io credo che non ci sarà una seconda ondata simile a quella di marzo, ma che dovremo imparare a convivere con il Covid ed essere pronti ad affrontare nuovi casi nel prossimo autunno».

L’infettivologo, prendendo in rassegna alcuni trattamenti usati contro l’infezione, ha spiegato: «Il cortisone ha dimostrato di ridurre la mortalità del 30% nei pazienti ospedalizzati. Lo dimostrano i risultati dello studio inglese ‘Recovery’ annunciati ieri alla stampa. Si tratta dello stesso studio che ha bocciato la clorochina, che è stata ritirata dal commercio anche da parte dell’Fda.  Buone notizie ulteriori anche su remdesivir che in un articolo pubblicato su ‘Nature’ conferma che la sua somministrazione precoce possa ridurre il rischio di sviluppare una grave polmonite. Noi a Genova li abbiamo iniziati ad utilizzare entrambi dal principio inserendoli nel nostro protocollo di cura. Ci eravamo accorti dell’importanza del cortisone e del remdesevir nelle fasi precoci della malattia. Ci avevamo visto lungo. Sapere di avere farmaci e presidi che funzionano, ci fa essere ancora più ottimisti». Fonte: Adnkronos. Foto: Facebook Bassetti.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il virologo Pregliasco: “Siamo in endemia”