Covid-19, allo studio un vaccino a base vegetale

Tra i vaccini anti Covid-19 si parla anche di uno a base vegetale. Gli studi sono in corso. I dati dei test preliminari.

Tra i vaccini anti Covid-19 si parla anche di uno a base vegetale. Ne parla Maxi-Sciences.com.

Come funziona il vaccino?

Il vaccino a m-RNA consente di inviare nell’organismo ceppi del virus, ovvero microparticelle, precedentemente progettate in laboratorio. Lo scopo è permettere all’organismo di secernere la proteina Spike, consentendo così una risposta immunitaria al Sars-CoV-2. Questo processo non modifica in alcun modo il DNA. Si tratta di un principio scoperto per la prima volta nel 1961 da Jacques Monod, François Jacob e François Gros, per cui vinsero il Premio Nobel nello stesso anno.

Nel caso specifico di questo post, è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine (NEJM), il lavoro di una squadra di ricercatori che riguarda anche la vaccinazione. Grazie ad un lungo lavoro analitico, è stata prodotta la glicoproteina Spike, accoppiata a un adiuvante AS03 per ottenere un vaccino. Il prototipo sarà testato per verificarne l’efficacia.

Test preliminare

Sotto forma di placebo sarà iniettato questo vaccino a base di erbe, con lo stesso procedimento del vaccino a m-RNA.

Secondo i primi risultati, il vaccino è efficace al 69,5% contro le forme sintomatiche di ccontagio e il 78,8% contro le forme sintomatiche moderate. Sarebbe ottimizzato rispetto a cinque varianti in totale: Delta, Gamma, Alfa, Mu e Lambda. Per quanto riguarda Omicron, i ricercatori non hanno ancora presentato alcun risultato. Nonostante ciò, questo vaccino progettato con le piante sarebbe efficace contro le forme gravi di Covid-19.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Pregliasco prevede ondata di 20 milioni di contagi in autunno.