Cos’è l’adenovirus? Cosa causa? Perché è scelto per i vaccini?

Gli adenovirus sono una famiglia di virus che comprende cinque generi. Ecco cosa è importante sapere.

Gli adenovirus sono una famiglia di virus che comprende cinque generi, uno dei quali (mastadenovirus) colpisce gli esseri umani. Gli stessi adenovirus umani sono suddivisi in sette sottogruppi (da A a G) e 67 sierotipi.

La maggior parte degli adenovirus causa infezioni asintomatiche ma alcuni (come i sierotipi 40 e 41) provocano la gastroenterite acuta nei bambini. Gli adenovirus enterici rappresentano il 9% dei casi di diarrea nei bambini e sono la terza causa di gastroenterite infantile dopo il rotavirus e il norovirus.

Gli adenovirus dei sierotipi 3, 7 e 8 causano congiuntivite, cheratocongiuntivite, faringite e febbre.

Nei pazienti immunocompromessi, gli adenovirus possono causare malattie gravi (polmonite, meningoencefalite, epatite, ecc.) potenzialmente fatali.

Struttura degli adenovirus

Gli adenovirus sono virus a DNA di medie dimensioni (da 70 a 90 nm di diametro). La particella virale è circondata da un capside di struttura icosaedrica. Le principali proteine ​​del capside sono:

  • esone: situato sulle facce, trasporta gli antigeni che vengono utilizzati dal sistema immunitario per riconoscere il virus;
  • pentone: situato in alto, è citotossico;
  • fibre: situate sulle spicole, vengono utilizzate dal virus per attaccarsi alla membrana della cellula bersaglio.

Adenovirus e vaccinazione

Gli adenovirus sono considerati eccellenti vettori virali per il trasporto di antigeni, grazie alla loro capacità di indurre risposte immunitarie innate e adattive.

Il virus viene reso innocuo (attenuato o ucciso) o viene usata una varietà che non colpisce gli esseri umani.

I vaccini a base di adenovirus sono utilizzati contro un’ampia varietà di agenti patogeni, tra cui il bacillo della tubercolosi, l’HIV, il plasmodium falciparum (responsabile della malaria) o il SARS-CoV-2.

Gli adenovirus sono anche usati come vettore virale nella terapia genica, dove un pezzo di gene a scopo terapeutico viene introdotto in una cellula. In quanto tali, è probabile che gli adenovirus scatenino reazioni infiammatorie incontrollate, ma questi incidenti rimangono rari.