Cos’è la gravidanza ectopica o extrauterina? Cause, sintomi e trattamento

Tutte le informazioni sui sintomi e su come trattarla.

La gravidanza ectopica – detta anche gravidanza extrauterina – è una condizione patologica che si contraddistingue per l’impianto dell’ovulo fecondato in un sito diverso rispetto alla cavità uterina.

Cause

Premettendo il fatto che la gravidanza ectopica o extrauterina è una situazione che riguarda quasi sempre le tube, vediamo assieme quelle che possono essere le cause.

  • Ritardo o deviazione della discesa dell’ovulo verso l’utero (questa situazione può essere dovuta a problematiche come l’endometriosi o le alterazioni anatomicihe pelviche).
  • Sviluppo eccessivamente accelerato dell’ovulo fecondato.

LEGGI ANCHE: Gravidanza gemellare: quali sono i sintomi?

Sintomi

In alcuni casi, ossia quelli che riguardano le gravidanze dalle quarta alla sesta settimana, si può avere a che fare anche con casi asintomatici. Un segnale inequivocabile della gravidanza extrauterina può essere dato dalle beta positive e dall’impossibilità di vedere la camera gestazionale in sede di ecografia.

Da non dimenticare sono pure le perdite ematiche che, in caso di gravidanza ectopica avanzata, possono essere segno della rottura della tuba (in questo caso, è da considerare come sintomo anche il dolore pelvico costante).

Trattamento

Nella maggior parte dei casi, la gravidanza extrauterina non richiede alcun tipo di trattamento. Si tratta infatti di una situazione che arriva spontaneamente alla risoluzione. In alcuni frangenti, si può procedere, come evidenziato dagli esperti del gruppo Humanitas, con la somministrazione di metotrexate, farmaco che inibisce la crescita cellulare dell’embrione.

Da non tascurare sono poi gli interventi chirurgici. Tra questi, è possibile citare la rimozione delle tube, ma anche la chirurgia laparoscopica.

LEGGI ANCHE: Perché i neonati ridono nel sonno?