Cosa si deve fare per fermare il sangue dal naso? Cosa non fare?

La perdita di sangue dal naso è un episodio comune e sapere come bloccare il suo flusso può rendere la giornata migliore.

La perdita di sangue dal naso è un episodio comune e sapere come bloccare il suo flusso può rendere la giornata migliore.

L’epistassi, il sangue che esce dal naso

Anche a te sarà capitato almeno una volta nella vita di perdere sangue dal tuo naso forse non sapendo cosa fare per fermarlo se non sciupare decine di fazzoletti. Se ogni tanto questo comune fastidio ritorna e vuoi scoprire cosa fare per ‘bloccarlo’, sei nel posto giusto.

Innanzitutto, non devi preoccuparti, spesso è un evento benigno e raramente è la spia di patologie più serie.

Molte volte a soffrire sono i tuoi capillari fragili che si trovano nella parte anteriore, questi si possono rompere facilmente, basta un semplice starnuto o soffiarsi il naso con forza.

Solo che potresti impressionarti a vedere quel flusso di sangue quindi è importante che tu sappia come intervenire.

I modi per fermare il sangue

Tra le dicerie sul come agire c’era quella di tenere la testa indietro: no! la testa deve stare piegata in avanti in modo che il sangue possa colare verso l’esterno e non verso l’interno. Siediti e segui questa indicazione.

Se provi a toccarti il naso, sopra le narici sentirai una zona più ‘soffice’, bene, è proprio quella parte che devi stringere con l’indice e il pollice per 10-15 minuti con una pressione costante. A che serve? Ad attivare il processo di coagulazione.

Saprai già che per causare una vasocostrizione dei vasi e quindi fermare il sangue è possibile utilizzare l’acqua fredda.

Perché non farlo anche applicando dei fazzoletti di acqua fredda sulla radice del naso? I piccoli vasi si restringeranno.

Se dentro casa hai dell’aceto di mele puoi contare sul suo ‘potere’ cicatrizzante: metti dentro al naso un cotone imbevuto di aceto per 5 minuti, fai attenzione a non esercitare troppa pressione.

Un altro rimedio della nonna è utilizzare del limone, anche questo aiuta a cicatrizzare le piccole ferite. Tutto ciò che ti servono sono il succo di un limone e un pezzetto di cotone. Lascialo agire per almeno 20 minuti.

Cosa non fare?

Come già detto, spesso si tende a mettere la testa all’indietro. Non va fatto perché il sangue può procedere nelle altre vie aree superiori comportando la manifestazione della tosse.
Evita di deglutire il sangue, andrebbe espulso. Il motivo è semplice, potrebbe causare mal di stomaco o la nausea.

Quando preoccuparsi

Se il sangue non si arresta nel giro di 20 minuti è consigliato recarsi al pronto soccorso.
Se l’epistassi sta diventando un evento ricorrente, rivolgiti al tuo medico di fiducia.