Cosa mangiare in caso di bruciore di stomaco?

  • Lo stomaco e l’intestino sono in stretto contatto con le tue emozioni, lo stress, l’ansia. E il bruciore di stomaco è un campanello d’allarme del tuo stato di malessere.
  • Potresti soffrire di gastrite o acidità di stomaco, approcciati ad una dieta anti-bruciore.
  • Troverai gli alimenti consigliati e quelli da evitare.

Parafrasando, starai attraversando dei momenti che non riesci proprio a digerire. Tra lo stomaco e il tuo cervello il rapporto è molto stretto, ricorderai che l’intestino e lo stomaco costituiscono il nostro ‘secondo cervello‘ che risente di tutti i momenti di vita, dell’ansia, dello stress, delle tue abitudini alimentari e il modo di approcciarti al cibo.
E allora, è proprio il bruciore di stomaco a darti l’allarme. Coglilo e segui una dieta anti-bruciore.

La dieta anti-bruciore: un sollievo per lo stomaco

I pasti di troppo e consumati voracemente, gli alimenti difficili da digerire, quei bicchieri di alcol, quei FANS (antinfiammatori non steroidei) che ti sei abituato ad assumere anche al minimo sentore di mal di testa o di dolori articolari, sono tutti comportamenti che nuocciono alla salute del tuo stomaco.

Non sarà difficile in questi casi soffrire anche di aerofagia, nausea, alitosi. Come rimediare? Seguendo una dieta sana ed equilibrata con alimenti che hanno un basso apporto calorico, ricchi di nutrienti e accessibili a tutti.

Stiliamo subito la ‘lista della spesa’ anti-gastrite e acidità di stomaco:

  • carote;
  • patate;
  • zenzero;
  • avena;
  • banane;
  • finocchio;
  • melone;
  • cavoli;
  • broccoli;
  • cavolfiori;
  • sedano;
  • prezzemolo;
  • riso.

Molti di questi alimenti li avrai già in casa, altri dovrai acquistarli. Il prossimo passo è sapere come cucinarli, la scelta migliore è sempre la semplicità, i cibi vanno consumati a crudo, cotti a vapore o lessati.

Vuoi che tutto sia perfetto? Apporta più fibre possibili alla tua dieta, eliminerai le tossine migliorando l’efficienza del tuo apparato digerente. Aggiungi dei cereali integrali: orzo, farro, avena, segale, miglio, grano o frumento.

Il consumo di cereali integrali è raccomandato dai nutrizionisti, insieme a quello di frutta, verdura e legumi.
Devi raggiungere i 25g al giorno di fibre, come raccomandato dalla Società Italiana di Nutrizione Umana.

Non apprezzerai quello che stiamo per dirti ma ci sono dei cibi che dovrai evitare assolutamente: cioccolato, formaggi stagionati, insaccati, agrumi, spezie piccanti, frutta secca, pomodoro, bibite gassate, alcolici, caffeina.