Cosa fare se la febbre non scende?

Se vuoi scoprire cosa fare se la febbre non scende, leggi ora il nostro articolo con i migliori consigli degli esperti sul tema.

cosa fare quando la febbre non scende

Cosa fare se la febbre non scende? Alzi la mano chi non si è mai posto questa domanda! La febbre è infatti una condizione estremamente comune. Per essere precisi, bisognerebbe definirla come un segnale che l’organismo invia quando tenta di tenere sotto controllo delle situazioni fuori dal normale (p.e. un’infezione).

Come ricordato nell’enciclopedia di Humanitas, la febbre non deve essere considerata una malattia ma un sintomo. Chiariti questi aspetti, viene da chiedersi cosa si debba fare quando non accenna a scendere. Nelle prossime righe puoi trovare diversi consigli utili al proposito.

cosa fare quando la febbre non scende

Febbre che non scende adulti

Premettendo il fatto che quando si tratta di capire cosa fare se la febbre non scende il principale punto di riferimento rimane il medico, ricordiamo l’esistenza di alcuni trucchi molto utili.Tra questi ricordiamo l’alimentazione.

Una dieta anti febbre efficace dovrebbe essere caratterizzata dalla presenza di alimenti ricchi di vitamina C. Molto importante è anche l’assunzione di cibi ricchi di probiotici, fondamentali per aumentare la presenza di batteri buoni nell’organismo.

Molto importante è anche il riposo. Non dimentichiamo infatti che, quando la febbre non scende, il nostro corpo è sottoposto a uno stress a dir poco forte. Se vuoi renderlo capace di sopportare meglio l’infezione, riposarsi può solo aiutare.

LEGGI ANCHE: Colite nervosa, cosa mangiare e cosa evitare.

Cosa fare se la febbre non scende nei bambini

Quando si ha a che fare con la febbre che non scende, si inquadra una condizione nota con il nome di iperpiressia. Se nonostante la somministrazione di farmaci antipiretici il bambino non risponde alle terapie, la cosa giusta da fare è contattare tempestivamente il pediatra.

Nella maggior parte dei casi il medico dopo aver visitato il piccolo opta per la scelta di attendere qualche giorno prima di procedere alla somministrazione degli antibiotici. Questa convenzione, molto diffusa tra i medici pediatri, è legata al fatto che, molto spesso, le infezioni virali, situazioni in cui l’antibiotico non serve, sono impossibli da distinguere da quelle batteriche nei primi giorni che seguono l’insorgenza dei sintomi.

Conclusioni

Tornando un attimo ai consigli su cosa fare quando la febbre non scende negli adulti ricordiamo che, durante i giorni che si passano in casa, è opportuno vestirsi a cipolla. Coprirsi troppo è controproducente, in quanto contrasta la dispersione di calore corporeo fondamentale quando si tratta di abbassare la febbre. Lo stesso consiglio dovrebbe essere adottato con i bambini. Ribadiamo che, in ogni caso, se si hanno dei dubbi la persona giusta a cui rivolgersi è il pediatra.

LEGGI ANCHE: Emanuele Filiberto difende Harry e Meghan.