Coronavirus: cosa dice Bill Gates sul vaccino?

Bil Gates si è recentemente espresso in merito al vaccino contro il Coronavirus, ricordando che, a suo avviso, probabilmente saranno necessarie 2 dosi.

Bill Gates

Bill Gates si è recentemente espresso in merito al vaccino contro il Coronavirus, atteso in tutto il mondo. Il magnate statunitense co-fondatore di Microsoft ha affermato che, molto probabilmente, ci vorranno delle dosi multiple.

Intervistato da CBS News, Gates ha dichiarato che, oggi come oggi, nessuno dei vaccini funziona con una dose singola. Come ben si sa, la Bill and Melinda Gates Foundation ha stanziato oltre 250 milioni di dollari per combattere il Coronavirus.

La fondazione benefica, tra le più attive al mondo, ha aumentato i contributi a seguito delle critiche mosse da Gates all’amministrazione Trump per quanto riguarda la gestione dell’emergenza e la decisione di sospendere i finanziamenti all’Organizzazione Mondiale della Sanità.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: chi sono i debolmente positivi? Quanto sono contagiosi?

Le parole di Gates

Bill Gates, sempre nel corso delle dichiarazioni rilasciate a CBS News, ha assicurato che la FDA monitorerà con molta attenzione il livello di sicurezza del vaccino. Il co-fondatore di Microsoft ha specificato che le linee guida della Food and Drug Administration sono un vero e proprio gold standard a questo proposito.

I commenti del magnate sul vaccino per il Coronavirus sono arrivate dopo qualche settimana dalle dichiarazioni di alcuni studiosi che hanno affermato il mese scorso che il vaccino tanto atteso potrebbe non garantire la completa immunità dopo una sola dose.

All’epoca, il Dottor Barry Bloom, immunologo nonché docente di sanità pubblica presso la Harvard TH Chan School of Public Health di Boston, ha dichiarato che tutti gli studiosi che si stanno impegnando per arrivare a un vaccino stanno prendendo in considerazione due dosi nei loro protocolli.

La prima avrebbe lo scopo di aiutare il sistema immunitario a riconoscere il virus, mentre la seconda, invece, sarebbe finalizzata al rafforzamento della risposta immunitaria.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Lopalco: “Il virus va fermato entro l’autunno”