Coronavirus, come evitare di mettersi le mani in faccia?

Tra i consigli per prevenire il contagio da Coronavirus rientra il fatto di non mettersi le mani in faccia. Scopriamo i consigli degli esperti per contrastare questa abitudine.

Smettere di toccarsi il viso è una delle misure raccomandate quando si parla di prevenzione del contagio da Coronavirus. Evitare il gesto sopra ricordato è difficile. Come riuscirci? Nelle prossime righe, vediamo assieme alcuni utili consigli in merito.

Come evitare di mettersi le mani in faccia

Insorgenza di prurito al naso e bruciore agli occhi sono solo due tra le situazioni che possono portare a toccarsi il viso. Come evidenziato da uno studio statunitense del 2015, tendiamo a toccarsi il viso mediamente 23 volte all’ora.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: in Iran un morto ogni 10 minuti

In questo periodo all’insegna dell’emergenza del Coronavirus, le mani in faccia possono essere un veicolo di contagio. Come evitarlo? Per ottenere risultati in merito si può fare riferimento ai consigli del Dottor Brian Anderson, esperto di comportamento.

Come si può leggere sul sito dell’Università del Texas, tra le principali dritte al proposito è possibile ricordare il fatto di riflettere sui momenti in cui si mettono le mani in faccia. A detta di Anderson, questo gesto non viene compiuto per caso.

In molti frangenti, tendiamo a mettere le mani in faccia quando siamo annoiati o particolarmente stanchi. La presa di coscienza è importante ma non sufficiente. A detta dell’esperto, è infatti necessario sostituire questa abitudine con una nuova. Un utile consiglio al proposito prevede il fatto di toccarsi la parte posteriore della testa, una zona lontana dalle mucose. Ovviamente per acquisire questa nuova abitudine ci vuole del tempo.

Come ricordato sempre da Anderson, per ottenere risultati da questo punto di vista ci si impiega anche un mese. Una dritta utile per arrivare prima al traguardo prevede il fatto di condividere l’obiettivo con altre persone. In tal modo, è possibile incoraggiarsi a vicenda e superare quello che è un oggettivo ostacolo (un’abitudine radicata è faticosa da mettere in secondo piano). Nel frattempo, non bisogna mai dimenticare l’importanza di lavarsi le mani e di igienizzare le superfici domestiche.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’OMS ha smentito 9 notizie sull’infezione: le fake news