Come capire quando una persona sta per morire? I segni

Esistono dei segni per capire se una persona sta per morire? Sì. La lista.

Non è facile affrontare la vita quotidiana quando una persona cara è in fin di vita o particolarmente sofferente. Esistono dei segni per capire se una persona sta per morire?

Come capire se una persona sta morendo

La morte non è mai facile. Che tu sia un caregiver che si prende cura di una persona cara morente o una persona che sa che il suo tempo sulla terra sta volgendo al termine a causa della malattia o dell’età, sapere cosa aspettarsi quando una morte naturale si avvicina può aiutarti a essere più preparato e prendere decisioni che possono portare ad un maggior sollievo.

I segni

Esistono alcuni segni per capire se una persona si sta preparando alla dipartita:

  • Dormire di più. Diversi mesi prima della fine della vita, una persona morente può iniziare a dormire più del solito. Man mano che ti avvicini alla morte, il metabolismo del tuo corpo diminuisce. Senza un costante apporto naturale di energia, fatica e stanchezza vincono facilmente.
  • Mangiare e bere di meno. Il fabbisogno energetico diminuisce con l’avanzare dell’età. Poiché non hai bisogno di tanta energia per svolgere le attività quotidiane, cibo e bevande sembrano meno necessari. Le persone che stanno per morire potrebbero non essere nemmeno interessate ad alcuni dei loro cibi preferiti. Pochi giorni prima della morte, la persona amata potrebbe smettere di mangiare o bere del tutto.
  • Ritiro dalla socialità. Non è raro che le persone che muoiono dalla voglia di ritirarsi lentamente dalle attività sociali e dalle persone che amano. Questo è un riflesso naturale della perdita di energia.
  • Modifica dei parametri vitali. La pressione sanguigna scende quando si è prossimo alla morte. I cambiamenti nella respirazione diventano più evidenti e i battiti cardiaci diventano irregolari e difficili da rilevare. Quando la pressione sanguigna scende, anche i reni smettono di funzionare e l’urina apparirà più scura.
  • Cambiamenti delle funzioni evacuative. Poiché la persona mangia meno e beve meno, i movimenti intestinali possono diventare più piccoli e irregolari. Allo stesso modo, la minzione può diventare rara.
  • Abbassamento della temperatura corporea. Negli ultimi giorni la circolazione sanguigna si dirige verso gli organi vitali. Ciò significa che la circolazione sanguigna in mani, piedi e gambe risulta notevolmente ridotta e la pelle può essere fresca. La pelle può anche apparire pallida, fino ad assumere un colorito bluastro.
  • Indebolimento dei muscoli. Negli ultimi giorni prima della morte, i muscoli possono diventare molto deboli. Compiti semplici, come sollevare una tazza d’acqua o girarsi a letto, possono diventare difficili.
  • Problemi respiratori. Questo è un segnale allarmante per molte persone. Queste fluttuazioni respiratorie possono includere cambiamenti nella respirazione, improvvisi sussulti d’aria o lunghi periodi di attesa tra un respiro ed un altro.
  • Confusione crescente. Il cervello rimane molto attivo durante la fase di morte. Tuttavia, non sono improbabili momenti di confusione o incoerenza. Alcune persone possono diventare irrequiete e aggressive se non sanno dove si trovano o cosa sta succedendo.
  • Dolore. L’intensità del dolore probabilmente aumenterà man mano che una persona si avvicina alla morte. Non è raro che una persona mostri segni visibili di dolore. Questi segni includono smorfie, sussulti o gemiti.
  • Allucinazioni. Le allucinazioni e le visioni di luoghi o persone non sono rare durante gli ultimi giorni di vita.

LEGGI ANCHE: Quali sono i rimedi contro le gambe gonfie?