Cosa fare se la pressione è alta? Come abbassare l’ipertensione improvvisa?

L'ipertensione arteriosa è una malattia molto diffusa, possono verificarsi dei dei rialzi pressori improvvisi da distinguere con le crisi ipertensive. Cosa fare?

Se la pressione sistolica è maggiore a 140 mmHg e la pressione diastolica maggiore a 90 mmHg si parla d’ipertensione ovvero di pressione alta che provoca differenti disturbi. Il trattamento è spesso farmacologico ma questo non basta, bisogna apportare delle modifiche alla propria dieta alimentare e introdurre l’attività fisica nella propria routine quotidiana.
Tuttavia, se si verifica un’ipertensione improvvisa, cosa bisogna fare?

Ipertensione improvvisa, cosa fare?

L’ipertensione arteriosa è tra le malattie più diffuse nella popolazione, i valori sono maggiori a 140/90 mmHg e comportano una serie di disturbi quali:

  • Mal di testa, specie al mattino.
  • Stordimento e vertigini.
  • Ronzii nelle orecchie (acufeni, tinniti).
  • Alterazioni della vista (visione nera, o presenza di puntini luminosi davanti agli occhi).
  • Perdite di sangue dal naso (epistassi).

La prima cosa da fare è monitorare i propri valori pressori e appuntarli in un diario così da avere sempre la situazione sotto controllo. Ma bisogna avvertire il medico quando la situazione sembra sfuggire di mano e in caso di crisi ipertensive, drammatici rialzi della pressione arteriosa che mettono a rischio la vita e richiedono un tempestivo intervento medico.

Nel caso di crisi ipertensiva è necessario un immediato intervento farmacologico mediante la somministrazione EV di farmaci (p. es., clevidipina, fenoldopam, nitroglicerina, nitroprussiato, nicardipina, labetalolo, esmololo, idralazina) e si presenta con:

  • Forte mal di testa.
  • Nausea.
  • Epistassi (sangue dal naso).
  • Emicrania accompagnata da aura (visione a zig zag e flash luminosi colorati o in bianco e nero).

Tuttavia, ci sono dei rialzi pressori che non necessitano di un intervento di questo tipo e che si possono gestire autonomamente, ecco cosa si può fare:

1. Massaggiare viso e collo – Iniziare a massaggiare il collo arrivano fino al lobo dell’orecchio con movimenti circolari in senso antiorario.

2. Respirazione Yoga – Sedersi con la schiena dritta, mettere la mano sinistra sulla parte superiore della pancia e tappare la narice destra. Inspirare con la narice sinistra, quindi trattenere il respiro e contare fino a 3 prima di espirare.

3. Ascoltare musica – Una ricerca sulle neuroscienze sostiene che la musica classica o meditativa avendo pochissimi cambiamenti di ritmo e loop ripetuti a determinati intervalli, riducono la produzione di cortisolo cioè l’ormone dello stress.

4. Bevi un bicchiere d’acqua – L’ipertensione è causata dalla disidratazione. Quando l’organismo perde più acqua di quanto dovrebbe, la quantità di sangue nei vasi diminuisce. E’ bene evitare ciò mantenendosi idratati.

6. Immergere i piedi in acqua calda – Per evitare l’accumulo di sangue nella testa, immergere i piedi nell’acqua molto calda. Il sangue dalla tua testa si precipiterà ai piedi, rimanendo così per 15 minuti ne conseguirà un benessere generale.