Che legame positivo c’è tra il tè verde e il cancro alla prostata?

Il tè verde è senza dubbio il tè più salutare. Ecco perché e il suo legame con la prevenzione del cancro alla prostata.

Per migliaia di anni molte persone hanno bevuto infusi di tè per via dei numerosi benefici per la salute e uno dei migliori è senza dubbio il tè verde.

Si tratta di uno dei tè più salutari. È composto dalle foglie non fermentate della pianta di Camellia sinensis. Durante il processo, le foglie vengono riscaldate delicatamente per prevenire l’ossidazione e per fare in modo che non diventino marroni, conferendo così al tè verde un aroma e un sapore più miti e mantenendo la massima quantità di antiossidanti e polifenoli.

Il tè verde contiene catechine uniche altamente concentrate come l’epigallocatechina-3-gallato (EGCG) che la rendono una bevanda molto raccomandata per la prevenzione del cancro. Circa 25 – 106 mg di EGCG sono presenti in 0,25 litri di tè verde. Oltre alle catechine antiossidanti, il tè verde è anche ricco di quercetina, kaempferolo e miricitrina.

In uno studio pubblicato nel 2005, ricercatori italiani dell’Università di Parma e dell’Università di Modena e Reggio Emilia hanno scoperto che il tè verde può aiutare a prevenire il cancro alla prostata.

Per lo studio sono stati valutati 62 uomini, tutti ad alto rischio di sviluppare il cancro alla prostata. Sono stati divisi in due gruppi: il primo gruppo ha ricevuto una pillola da 200 mg di catechine di tè verde tre volte al giorno per un dosaggio giornaliero totale di 600 mg e l’altro gruppo no. Dopo un periodo di 12 mesi, soltanto a uno dei 32 uomini che hanno assunto il tè verde è stato diagnosticato un cancro alla prostata. Nel frattempo, a 9 su 30 uomini dell’altro gruppo è stata diagnosticata la stessa malattia.

Un altro studio è stato condotto nel 2009 con l’obiettivo di determinare esattamente la connessione tra il tè verde e la velocità ridotta della progressione del cancro alla prostata.

I ricercatori, guidati da James Cardelli, hanno coinvolto 26 uomini a cui è stato diagnosticato un cancro alla prostata e per cui era stata programmata una prostatectomia radicale. Quattro capsule di estratto di tè verde al giorno sono state date ai partecipanti, equivalenti a 12 tazze di tè verde al giorno. Dopo aver assunto le capsule per 73 giorni, i risultati hanno mostrato un calo significativo di oltre il 30% nella progressione del cancro alla prostata. I risultati di questo studio sono stati pubblicati sul Cancer Prevention Journal.