Carolina Marconi: “Non posso adottare un bambino perché ho avuto il cancro”

Carolina Marconi è la showgirl e attrice venezuelana naturalizzata italiana di 43 anni che ha sconfitto un tumore al seno.

Carolina Marconi e Alessandro Trulli.

Carolina Marconi è la showgirl e attrice venezuelana naturalizzata italiana di 43 anni che ha sconfitto un tumore al seno.

La donna, sul suo profilo Instagram, ha raccontato che le è stata negata la possibilità di adottare un bambino proprio per il suo trascorso clinico, anche se è guarita dal cancro.

Cos’ha scritto: “Ciao ragazzi come state? Io un po’ giù il motivo? Ve lo spiego… Io e Ale (Alessandro Trulli, il compagno, n.d.r.) avevamo pensato di adottare un bimbo visto le tante difficoltà… ci stiamo facendo seguire da un avvocato, purtroppo non sono idonea ad intraprendere un ‘adozione perché ho avuto un tumore anche se sono guarita… più di 900 mila persone in Italia ‘guariti di tumore’ non possono essere libere di guardare il futuro senza convivere con l’ombra della malattia e per questo è molto difficile adottare un bambino, ottenere un mutuo, farsi assumere… una vera e propria discriminazione“.

E ha aggiunto: “Ci sono paesi come la Francia, Olanda, Lussemburgo, Portogallo, Belgio che hanno aderito al riconoscimento del Diritto dell’oblio oncologico con l’obiettivo di ottenere una legge che tuteli le persone che hanno avuto una neoplasia. Grazie all’associazione Aiom che ha lanciato una campagna per richiedere all’ Italia di adeguarsi, garantendo i diritti degli ex pazienti”.

Carolina Marconi ha concluso: “Abbiamo raccolto fino oggi 24 mila… Lo scopo è il raggiungimento di più di 100.000 firme che verranno poi portate al Presidente del Consiglio per chiedere l’approvazione della legge. Per firmare è facile, dovete andare qui ➡️ https://dirittoallobliotumori.org/. Lascia i tuoi dati e firma. Potete cambiare le cose, non rimanere indifferenti a questa cosa important. NOI NON SIAMO IL NOSTRO TUMORE!”.

LEGGI ANCHE: Cancro al colon, i 3 alimenti che riducono il rischio di contrarre la malattia.