Cancro all’utero, definizione, sintomi e cause

Cos'è il cancro all'utero? Quali sintomi si associano a questo tipo di tumore e quali sono le cause?

Cos’è il cancro all’utero? Quali sintomi si associano a questo tipo di tumore e quali sono le cause?

Cos’è il cancro all’utero?

Il cancro all’utero si verifica quando si sviluppano nell’utero delle cellule anormali e iniziano a crescere senza controllo.

Ci sono due tipi principali di tumore dell’utero. I tumori dell’endometrio iniziano nel rivestimento dell’utero (endometrio) e rappresentano circa il 95% di tutti i casi. I sarcomi uterini, invece, si sviluppano nel tessuto muscolare (miometrio), ed è una forma più rara di cancro uterino.

La possibilità di sopravvivere al cancro dell’utero per almeno cinque anni è dell’83%.

Sintomi del cancro all’utero

Il sanguinamento vaginale insolito è il sintomo più comune del cancro dell’utero, in particolare nel caso in cui avvenga dopo la menopausa.

Altri sintomi comuni possono includere:

  • mestruazioni più abbondanti del solito o un cambiamento nelle mestruazioni
  • sanguinamento vaginale in ogni fase del ciclo mestruale
  • mestruazioni che continuano senza interruzione.

I sintomi meno comuni includono:

  • perdite acquose, che possono avere un odore sgradevole
  • perdita di peso inspiegabile
  • difficoltà a urinare
  • cambiamenti delle abitudini intestinali
  • dolore addominale.

Sebbene questi sintomi possano essere causati da altri motivi, è bene consultare il proprio medico di fiducia se si ha qualche sospetto.

Cause del cancro all’utero

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di sviluppare un tumore dell’utero. Tra questi, ricordiamo:

  • essere in postmenopausa o raggiungere la menopausa (dopo i 55 anni)
  • rivestimento delle pareti uterine ispessito (iperplasia endometriale)
  • non avere avuto figli
  • menarca precoce (prima dei 12 anni)
  • avere la pressione alta
  • presenza di diabete
  • essere in sovrappeso o obesi
  • storia familiare di cancro ovarico, uterino o intestinale
  • avere una condizione genetica come la sindrome di Cowden o la sindrome di Lynch
  • pregressi tumori ovarici
  • presenza di sindrome dell’ovaio policistico
  • utilizzo della terapia ormonale sostitutiva a base di estrogeni o trattamento della fertilità
  • pregressa radioterapia al bacino

LEGGI ANCHE: Formicolio alla testa, quali sono i sintomi e le cause?