Bonus diabete: chi sono i beneficiari e come richiederlo

Il bonus diabete è un'indennità che può essere chiesta sia dai pazienti affetti da diabete di tipo 1, sia da quelli con diabete di tipo 2.

Chi soffre di diabete, ha diritto a diverse agevolazioni. In questo novero, è possibile includere l’omonimo bonus. Nelle prossime righe, vediamo assieme chi ha diritto al bonus diabete e cosa bisogna fare per richiederlo.

Bonus diabete: ecco cosa sapere

Quando si parla di bonus diabete, è necessario sottolineare che la richiesta può essere fatta sulla base dello stato d’invalidità del singolo paziente con diagnosi di diabete.

Il primo passo prevede quindi il fatto di rivolgersi al proprio medico curante, che deve rilasciare un certificato attestante la presenza della malattia. Il passo successivo prevede il fatto di presentare all’Inps, per via telematica o tramite patronato, la richiesta di invalidità.

Una volta archiviati questi step, non bisogna fare altro che attendere la convocazione per la visita finale.

LEGGI ANCHE: Diabete di tipo 1 e 2: quali sono i sintomi da non trascurare?

Chi ha diritto al bonus diabete?

Prima di entrare nel vivo dei requisiti per richiedere il bonus diabete, ricordiamo che si tratta di un’indennità di accompagnamento da 500 euro, non considerabile nel reddito Irpef.

Ne hanno diritto i pazienti con diagnosi di diabete di tipo 1 o di tipo 2 e con un’invalidità che, per via delle varie complicanze, è compresa tra il 41 e il 50%. Da non dimenticare è pure la possibilità di richiedere il bonus in caso di diabete mellito insulino-dipendente e con un quadro contraddistinto da scarso controllo metabolico e iperlipidemia.

Tra i beneficiari del bonus diabete è possibile includere anche coloro i quali hanno a che fare con frequenti crisi ipoglicemiche che non possono essere trattate con le normali terapie e che risultano portatori di un’invalidità compresa tra il 51 e il 60%.

Il diritto all’assistenza può essere richiesto anche da parte di chi soffre di complicanze derivanti dal diabete, come per esempio la retinopatia proliferante, la maculopatia e la nefropatia.

Altri benefici

In caso di ottenimento del bonus diabete, si può usufruire anche di altri benefici. Tra questi è possibile citare l’iscrizione alle categorie protette per i lavoratori dipendenti, ma anche la pensione di invalidità e quella di inabilità alle mansioni.

Inoltre, i beneficiari del bonus diabete possono usufruire dell’esenzione dal ticket sanitario per quanto riguarda questa patologia metabolica.

I parenti dei soggetti diabetici hanno la possibilità di usufruire dell’agevolazione prevista dalla Legge 104/92. Proseguendo con l’elenco dei benefici che si possono godere quando si ha diritto al bonus diabete, è doveroso citare anche la maggiorazione, in caso di invalidità compresa tra il 74 e l’80%, dei contributi figurativi (si tratta di un incremento pari a 2 mesi).

LEGGI ANCHE: Coronavirus: qual è il tipo di diabete più rischioso per un malato?