Diabete di tipo 1 e 2: quali sono i sintomi da non trascurare?

Il diabete, patologia invalidante diffusa in tutto il mondo, si manifesta con sintomi specifici. Quali sono? Scopriamoli assieme.

Il diabete è una delle patologie metaboliche più gravi e diffuse. Quali sono i sintomi che preannunciano la sua presenza? Scopriamo i principali.

Come si manifesta il diabete

Prima di entrare nel vivo dei sintomi del diabete, ricordiamo la differenza tra diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2. Il primo può colpire a ogni età, ma è molto più frequente in età infantile e adolescenziale.

Il diabete di tipo 2, invece, è la forma più frequente e tende a comparire soprattutto in età adulta. Un’altra differenza rispetto al diabete di tipo 1 riguarda l’esordio, generalmente più lento. Detto questo, vediamo alcuni tra i principali sintomi.

Diabete di tipo 1, la sintomatologia

Il diabete di tipo 1 si contraddistingue per diversi sintomi che comprendono l’aumento dell’emissione di urina, scientificamente conosciuto come poliuria. Da non trascurare è anche la polidipsia, ossia l’aumento della sete.

Quando si parla dei sintomi del diabete di tipo 1, è utile chiamare in causa anche l’aumento dell’appetito a associato a un dimagrimento difficile da spiegare. Ricordiamo che questa malattia esordisce generalmente prima del compimento dei 20 anni. Come sopra ricordato, si può parlare anche di una sua comparsa nel primo anno di vita del paziente.

LEGGI ANCHE: Le migliori tisane per chi soffre di problemi intestinali

Diabete di tipo 2, i segnali

Nella maggior parte dei casi, il diabete di tipo 2 esordisce esattamente come quello di tipo 1. Questa patologia, che può rimanere silente per molti anni, si manifesta con segnali come l’aumento della sete, la stanchezza cronica, l’aumento della diuresi, la sopra ricordata perdita di peso difficile da spiegare e associata all’assunzione di una maggior quantità di cibo.

Per la prevenzione è cruciale lo stile di vita, che comprende l’attenzione il movimento per almeno 30 minuti al giorno, ma anche la cura dell’alimentazione, con la diminuzione dell’assunzione di zuccheri e di acidi grassi saturi, che andrebbero sostituiti con gli acidi grassi essenziali come gli omega 3.

LEGGI ANCHE: 3 alimenti da evitare per ridurre il rischio di cancro e diabete