Anche bere molta acqua fa male. Ecco perché

La preoccupazione più comune è quando si beve poca acqua ma c'è anche quella che riguarda il berne troppa.

0
acqua

La preoccupazione più comune è quando si beve poca acqua ma c’è anche quella che riguarda il berne troppa.

Consumare troppa acqua provoca l’iperidratazione; ciò accade quando l’assunzione di acqua è più alta del normale e ciò si traduce nella perdita di elettroliti.

Quando bevi troppa acqua, infatti, i tuoi livelli di elettroliti si destabilizzano e uno di essi è il sodio. Probabilmente sai che troppo sodio è dannoso ma è possibile avere anche troppo poco di questa sostanza nel corpo. Ciò è noto come iponatremia.

Il compito principale del sodio è quello di mantenere l’equilibrio dei liquidi, quindi quando i livelli sono troppo bassi, le cellule di tutto il corpo assorbono troppa acqua e cominciano a gonfiarsi. Questo può causare un’intera serie di sintomi spiacevoli. La situazione potrebbe persino diventare pericolosa per la vita se i livelli di sodio diventano pericolosamente bassi.

CHI È A MAGGIORE RISCHIO DI IPERIDRATAZIONE

L’iperidratazione è più comune nei seguenti gruppi di persone:

  • maratoneti;
  • ciclisti;
  • giocatori di rugby;
  • vogatori;
  • escursionisti;
  • soldati (durante gli esercizi di allenamento);
  • persone con schizofrenia.

L’intensa attività fisica fa sentire molto assetati e possiamo bere più acqua di quanto il nostro corpo abbia bisogno in un breve periodo di tempo. Nei casi di persone con schizofrenia, l’assunzione di acqua in eccesso può avere a che fare con la perdita di autocontrollo.

SINTOMI

Se sei soltanto leggermente disidratato, i tuoi sintomi saranno lievi.

Ecco i sintomi:

  • urina molto pallida (o anche incolore);
  • urinare troppo spesso, anche di notte;
  • nausea, a volte anche vomito;
  • mal di testa;
  • crampi muscolari;
  • stanchezza;
  • leggermente storditi.

Se l’iperidratazione è più grave, i sintomi lo sono altrettanto:

  • confusione e disorientamento;
  • vista doppia;
  • respirazione difficoltosa;
  • convulsioni.

Un’eccessiva idratazione può causare il coma e persino la morte.

PREVENZIONE

Per ridurre il rischio di iperidratazione, questo può aiutare:

  • Bevi acqua solo quando hai veramente sete. Se hai sete spesso, consulta il tuo medico, perché può essere un segnale di un problema di salute.
  • Controlla l’assunzione di acqua. Non bere più acqua della quantità raccomandata per sesso, peso, età, livello di attività e clima in cui vivi.
  • Invece di bere grandi quantità di acqua in una volta, porta con te una bottiglia d’acqua e sorseggiala per tutto il giorno.
  • Non bere troppa acqua prima di andare a dormire così non dovrai alzarti a fare pipì di notte.
  • Alcuni medicinali possono sviluppare sete. Quindi, chiedi al tuo medico se può cambiare il dosaggio delle medicine.

Commenti