Ammalarsi di influenza e Covid-19 “raddoppia la probabilità di morte”

"Chi contraerà l'influenza e il Covid-19 nello stesso momento avrà il doppio delle probabilità di morire rispetto a chi ha 'solo' il coronavirus".

Secondo l’amministratore delegato dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, la dottoressa Jenny Harries, chi contraerà l’influenza e il Covid-19 nello stesso momento in quest’inverno avrà il doppio delle probabilità di morire rispetto a chi ha ‘solo’ il coronavirus.

L’ex vicedirettore medico per l’Inghilterra ha avvertito che il Regno Unito affronterà un inverno “incerto” – con l’influenza e il Covid-19 che circoleranno per la prima volta – e ha esortato alla doppia vaccinazione, se il soggetto è idoneo.

Alla domanda su quanto dovrebbe essere preoccupato il pubblico per l’influenza, la dott.ssa Harries ha detto: “Dovremmo essere preoccupati per l’influenza ogni inverno. Penso che le persone ancora non si rendano conto che può essere una malattia mortale“.

“Ma penso che la cosa importante di questo inverno sia che è probabile che vedremo l’influenza, per la prima volta in un numero reale, co-circolare con il Covid-19. Quindi, permangono ancora i rischi di prendere entrambe le infezioni. E se avviene, le prime prove suggeriscono che c’è il doppio delle probabilità di morire rispetto al solo Covid-19″.

“Pertanto, penso che ci sarà un inverno incerto – non è una previsione, è una caratteristica incerta – ma sappiamo che i casi di influenza sono stati inferiori nell’anno precedente, quindi l’immunità e i tipi di ceppo sono un po’ più incerti”, ha aggiunto l’esperta.

Harries ha anche avvertito che il Regno Unito potrebbe avere un’influenza multi-ceppo quest’anno, con un’immunità ridotta, poiché le restrizioni Covid-19 dell’anno scorso hanno fatto sì che i livelli del virus fossero estremamente bassi.

La dottoressa ha spiegato che in media circa 11mila persone muoiono di influenza ogni anno: “La differenza adesso è che abbiamo saltato quasi un anno con l’influenza, quindi è possibile che potremmo vedere l’influenza multi-ceppo e non con un solo ceppo predominante”.

La dott.ssa Harries ha affermato che ci sono quattro ceppi di virus nel vaccino antinfluenzale di quest’anno, dopo aver consultato l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il Comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione (JCVI) e aver esaminato i Paesi dell’emisfero meridionale, dove l’inverno e, quindi, l’influenza arriva prima.

“Penso che la vera soluzione qsia farsi vaccinare sia contro il Covid-19 che contro l’influenza e continuare a seguire quei comportamenti di buona igiene che abbiamo praticato durante tutto il Covid-19”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE: Cosa sappiamo sul vaccino contro la malaria.