I 6 cibi che non dovresti mai riscaldare al microonde

Sai che alcuni alimenti non dovrebbero mai essere riscaldati? Scopriamo assieme 6 insospettabili cibi che sarebbe meglio consumare subito o conservare in frigorifero.

cibi-da-non-riscaldare

Quando siamo in cucina, complice il tempo che non lascia scampo, tendiamo a riscaldare il cibo passandolo per qualche decina di secondi al forno a microonde. Lo facciamo senza renderci conto che non tutti gli alimenti possono essere sottoposti alla suddetta procedura.Quali sono? Nelle prossime righe ne abbiamo selezionati sei.

Pollo

La carne di pollo è una tra le più salutari. Molto spesso la riscaldiamo senza sapere che sarebbe meglio non farlo. Il motivo è legato al fatto che il processo di riscaldamento interviene sulla composizione delle proteine, dando corpo a una situazione che può provocare disturbi digestivi.

LEGGI ANCHE: I peli dal naso vanno strappati?

Riso

cibi-da-non-riscaldare

La cosa può risultare sorprendente ma sì, il riso fa parte degli alimenti che sarebbe meglio non riscaldare. A fornire questa raccomandazione ci ha pensato la FSA (Foods Standard Agency).

I suoi esperti hanno sottolineato il fatto che, se si riscalda il riso, ci si espone a un maggior rischio di andare incontro a intossicazioni alimentari. Il motivo è legato alla presenza di un batterio particolarmente insidioso, ossia il Bacillus Cereus.

Il calore è in grado di ucciderlo, ma anche di produrre spore ad alta carica tossica. Se il riso viene riscaldato e lasciato poi a temperatura ambiente, le suddette spore iniziano a moltiplicarsi. Questo quadro, come poco fa ricordato, può provocare intossicazioni alimentari.

LEGGI ANCHE: La ricetta speciale per le patate al forno.

Funghi

Quando li si nomina è necessario specificare che è meglio consumarli subito. Riscaldandoli si rischia infatti di alterare le loro proprietà nutritive. Inoltre, soprattutto se riscaldati ad alte temperature, possono causare dei forti dolori allo stomaco.

Uova

uova

Eccellenti fonti di proteine nobili e di acidi grassi essenziali omega-3, anche le uova andrebbero consumate subito dopo averle cotte. Il motivo per cui è bene evitare di riscaldarle è legato al fatto che contengono molto azoto. Questo elemento chimico a seguito dei processi di riscaldamento si ossida, diventando potenzialmente cancerogeno.

Patate

Le patate possono essere conservate in frigo anche per parecchi giorni. Riscaldarle però non è il massimo per la salute. Il motivo è legato al fatto che, così facendo, le loro proprietà nutritive vengono sottoposte ad alterazione. Lo stesso vale per il sapore. In alcuni casi, se riscaldate dopo la prima cottura possono diventare addirittura tossiche.

Verdure caratterizzate dalla presenza di nitrati

Le verdure caratterizzate dalla presenza di nitrati, come per esempio gli spinaci, le carote e il sedano, non dovrebbero mai essere riscaldate dopo la prima cottura. Il motivo è legato al fatto che il processo di riscaldamento può renderle tossiche e potenzialmente cancerogene.