4 semplici consigli per rinfrescarci quando c’è troppo caldo

Il grande caldo può causare dei problemi alla salute, anche gravi. Ecco qualche rimedio utile ed efficace.

Quando fa caldo si rischiano varie condizioni: colpo di calore, disidratazione, stanchezza, mal di testa, crampi, con conseguenze più o meno gravi.

Oltre ai classici consigli per resistere meglio al calore (indossare indumenti larghi, trasparenti, in cotone o in lino, evitare le ore più calde, bere regolarmente, ecc.), eccone altri quattro, riportati da Tospsante.com.

Spruzzarsi un po’ d’acqua… nei posti giusti

Se sembra ovvio che bisogna bagnarsi per rinfrescarsi è necessario sapere dove puntare, ovvero i punti di impulso e di pressione, dove i vasi sanguigni si concentrano: all’interno dei gomiti e delle ginocchia. Ciò aiuta ad abbassare la temperatura più velocemente.

Amplificare il vento fresco

Da un lato spruzzarsi un po’ d’acqua sul viso e/o sul corpo e, poi, mettere in azione un ventilatore.

Semplice ed efficace: infatti, la combinazione di umidità sulla pelle e la sensazione del freddo prodotta dal vento su un organismo a sangue caldo senza un cambiamento della temperatura dell’aria ambiente, consente di abbassare il grado di calore percepito. E questo è anche il motivo per cui in inverno c’è più freddo quando c’è vento e si è bagnati.

Bagnarsi i capelli

Non ci pensiamo abbastanza ma questo semplice gesto, rapido e duraturo, dà una sensazione di sana freschezza.

Indossare un cappello, una fascia bagnata

Per un effetto a lunga durata si consiglia l’uso di un berretto o di una fascia quando si passeggia. Si può anche optare per un fazzoletto precedentemente messo in un congelatore.