12 campanelli d’allarme dei disturbi della tiroide

I disturbi della tiroide compromettono il normale svolgimento di molte funzioni del nostro organismo sia a livello fisiologico che umorale. Ecco come potresti sentirti.

I disturbi della tiroide compromettono il normale svolgimento di molte funzioni del nostro organismo sia a livello fisiologico che umorale. Difatti, una sua disfunzione potrebbe causarti stanchezza, confusione, irrequietezza. Ci sono 12 campanelli d’allarme che possono essere i segnali di un disturbo alla tiroide.

La tiroide è un piccolo organo che regola i processi metabolici del nostro organismo tramite la produzione di due ormoni: tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). La tiroide può funzionare di meno (ipotiroidismo) o di più (ipertiroidismo). In altri casi la tiroide può sviluppare un’infiammazione come nel caso della tiroidite. Quadri caratterizzati da una sintomatologia precisa. Ovviamente, per porre le basi di una diagnosi, bisogna eseguire tutte le indagini necessarie.

Per la prevenzione del gozzo è sempre consigliato utilizzato il sale iodato.

Dopo questo brevissimo excursus sulla tiroide e le possibili patologie, vogliamo trattare i 12 campanelli d’allarme che possono indicare la presenza dei disturbi della tiroide, ricordandovi che questo articolo ha uno scopo informativo e non si sostituisce al parere medico.

Campanelli d’allarme:

1. Stanchezza
Stancarsi e sentirsi senza energia sono fortemente legati all’ipotiroidismo.

2. Nervosismo e ansia
Chi non vive degli stati d’ansia? Il nervosismo può anche essere dovuto ad eventi di vita stressanti, a pensieri ma quando questo sintomo si associa con gli altri potrebbe trattarsi di ipertiroidismo.

3. Aumento dell’appetito
Potresti riconoscere un aumento dell’appetito rispetto a prima.

4. Perdita di interesse per il sesso
La scarsa produzione di ormoni tiroidei possono compromettere la tua libido e far diminuire il tuo desiderio sessuale.

5. Confusione
La produzione eccessiva di ormoni tiroidei può portare a difficoltà di concentrazione, invece una scarsa produzione può causare amnesia e distrazione.

6. Pelle secca
Il cambiamento nella struttura e nell’aspetto della pelle è probabilmente dovuto al rallentamento del metabolismo che può ridurre la sudorazione. La pelle senza abbastanza umidità può diventare rapidamente secca e screpolata.

7. Irregolarità mestruali
In caso di ipotiroidismo potrebbero presentarsi dei periodi mestruali più lunghi con sintomi accentuati.

8. Dolori muscolari
Un’insufficiente produzione di ormoni tiroidei può danneggiare i nervi che inviano segnali dal cervello e dal midollo spinale in tutto il corpo. Il risultato sono formicolii e intorpidimenti improvvisi.

9. Pressione alta
Alcune stime indicano che chi soffre di ipotiroidismo ha un rischio da 2 a 3 volte superiore di sviluppare ipertensione.

10. Cambiamenti della temperatura corporea
Sensazione di freddo o brividi sono associati a ipotiroidismo. Il rallentamento del sistema causato da una tiroide ipoattiva significa che le cellule bruciano poca energia, e poca energia equivale a meno calore. D’altra parte, una tiroide iperattiva fa si che le cellule producano troppa energia e in questi casi ci si sente accaldati o si suda abbondantemente.

11. Squilibrio del ritmo sonno-veglia
In caso di ipotiroidismo potresti sentire l’esigenza di dormire tutto il giorno, le funzioni corporee sono rallentate.

Se invece non riesci a dormire, o ti svegli durante la notte, la tua tiroide potrebbe essere iperattiva.

12. Colesterolo alto
Alti livelli di colesterolo a bassa densità (LDL) che non hanno risposto alla dieta, all’esercizio fisico o ai farmaci, sono stati collegati all’ipotiroidismo. Livelli elevati di colesterolo possono essere causati da una tiroide ipoattiva e sono motivo di preoccupazione perché l’ipotiroidismo non trattato può portare a problemi cardiaci.