10 segni che indicano che il tuo cuore non sta bene (e come prevenire i guai)

Attenzione a non ignorare i primi sintomi delle malattie cardiache. Ecco cosa è meglio sapere.

salute-cuore

Spesso le persone ignorano i primi sintomi delle malattie più gravi nella speranza che andranno via da soli. Ciò, però, può portare a condizioni mediche anche pericolose.

In tale contesto, le malattie cardiache sono così comuni che rappresentano la principale causa di morte in tutto il mondo.

Quindi, è importante stare attenti a qualsiasi sintomo che possa indicare insufficienza cardiaca, una complicazione di qualsiasi patologia cardiaca (attacco di cuore acuto, angina pectoris, ipertensione, cardiomiopatia).

Una delle complicazioni dell’insufficienza cardiaca è l’arresto cardiaco: un’improvvisa e completa perdita di attività cardiaca con la presenza o l’assenza di attività bioelettrica. Oltre allo scompenso cardiaco, una serie di altre malattie del cuore può portare all’arresto cardiaco.

Le persone di età superiore a 60 anni dovrebbero prestare particolare attenzione, così come coloro che sono alle prese con l’eccesso di peso, il diabete e l’ipertensione.

A quali sintomi dovremmo prestare attenzione?

  • disagio persistente a breve termine nel petto (pressione, senso di oppressione);
  • nausea, mal di stomaco, disturbi intestinali senza motivo apparente;
  • dolore al braccio sinistro o al lato sinistro del corpo;
  • vertigini e debolezza;
  • stanchzza dopo un po’ di attività fisica;
  • russare;
  • sudorazione eccessiva senza motivo apparente;
  • tosse persistente che peggiora soprattutto quando si è sdraiati;
  • battito cardiaco irregolare;
  • gonfiore delle gambe e dell’addome.

Si noti che questi possono essere sintomi di un problema cardiaco acuto o cronicp ed entrambi richiedono cure mediche.

Come prevenire le malattie cardiache

L’insufficienza cardiaca può essere causata da alcune malattie (miocardite, cardiopatie, diabete, una serie di malattie croniche), nonché da un improvviso cambiamento dello stato di salute. Al fine di non aggravare la situazione e forse anche di eliminare una serie di fattori di rischio (ipertensione, cardiopatia ischemica), è necessario rivedere il proprio stile di vita:

  • monitorare lo stato di salute (pressione sanguigna e livello di zucchero);
  • abbandonare le cattive abitudini;
  • fare attività fisica;
  • mangiare cibo sano;
  • mantenere il peso sotto controllo;
  • gestire lo stress.

LEGGI ANCHE: Assorbenti o tamponi? Scopri i pro e contro