Assorbenti o tamponi? Ecco i pro e i contro

Tamponi o assorbenti? Ecco i pro e i contro per facilitarvi la scelta.

0
tamponi-assorbenti

Durante le mestruazioni, le donne fanno una scelta su cosa usare. Ad esempio, i tamponi vengono utilizzati durante una vacanza al mare, mentre in un giorno consueto, quando non è necessario andare da nessuna parte, è più probabile che si scelgano gli assorbenti.

In linea generale, però, cos’è meglio

Assorbenti

Pro

  • Adatti alle donne che non voglio provare il disagio dopo l’inserimento del tampone e a chi pensa che questi possa ‘perdersi’ all’interno;
  • Fatto di materiale assorbente;
  • Non può causare la sindrome da shock tossico ma se si dimentica di cambiarlo in tempo (ogni 3 – 4 ore) c’è il rischio di infezioni;
  • Comodità e comfort durante il sonno (mentre si consiglia di non dormire con un tampone).

Contro

  • L’assorbente si può spostare, causando perdite e vestiti sporchi;
  • Non adatto per nuotare e praticare sport attivi;
  • Non si possono indossare abiti attillati e biancheria intima seducente, dal momento che le ali devono afferrarsi bene al tessuto;
  • Deve essere cambiato più spesso dei tamponi (ogni 3 – 4 ore).

Tamponi

Pro

  • Nessuna sensazione di bagnato;
  • Fatto di materiale assorbente;
  • Dà libertà di movimento e l’opportunità di praticare sport attivi;
  • Se inserito correttamente non si sente;
  • Deve essere cambiato ogni 4 ore.

Contro

  • Disagio durante l’inserimento;
  • Dimensioni sbagliate rendono inevitabile una perdita;
  • Facile da dimenticare e ciò porta a possibili infezioni a meno che non venga estratto tempestivamente;
  • Si raccomanda di non dormire con il tampone all’interno;
  • Rischio di sindrome da shock tossico.

Dopo aver esaminato tutti i vantaggi e gli svantaggi di entrambi i prodotti per l’igiene, non possiamo consigliartene uno specifico. Entrambi i prodotti sono buoni e sicuri se si seguono le regole del loro uso.

Commenti