Zia Caterina, la tassista che porta in ospedale i bimbi malati di cancro

La toscana Caterina Bellandi, detta Zia Caterina ha una missione: rendere il tragitto casa - ospedale dei bimbi malati di cancro più gioioso possibile.

Zia Caterina

Caterina Bellandi, originaria di Prato, si fa chiamare Zia Caterina ed è l’autista del taxi Milano 25. Il mezzo è molto curioso: colorato e pieno di personaggi per bambini. E c’è un motivo: dal 2002 offre gratuitamente le corse per l’ospedale ai bambini malati di cancro. Ma non solo. Per rendere il tragitto più piacevole per i bambini, Zia Caterina si veste anche in maniera allegra e contagia di felicità i suoi passeggeri. Inoltre, dopo le visite e le sedute di chemioterapia, prima di riaccompagnare a casa i bambini, li porta a prendere un gelato o a fare altro.

Come si apprende da NotizieOra.it, nell’agosto del 2001 il suo compagno, Stefano, muore a causa di un tumore ai polmoni e le lascia in eredità il taxi. La donna dapprima prosegue il lavoro dell’uomo. Un giorno, però, sale a bordo del mezzo una famiglia: la figlia di una coppia racconta che il fratello era morto per un cancro al cervello e la madre aggiunge che aveva istituito una fondazione per aiutare i bambini gravemente malati e la ricerca contro il cancro. Ed è quella la molla che scatena in Caterina l’idea di fare qualcosa per quei bambini.

Di recente, oltre al taxi, si è aggiunto anche il Camper dei supereroi Milano 25 Taxi Home.

L’iniziativa – come si legge su FirenzeToday.it – è stata resa possibile grazie all’impegno di Caterina e a tutti i sostenitori di Milano 25 ONLUS che ha fanno le donazioni necessarie per raggiungere l’obiettivo: 64mila euro. La cifra restante è stata stanziata dalla Regione Toscana, circa 13mila euro, riconoscendo l’importanza del progetto di zia Caterina.

VIDEO: