Perché zecche e pulci sono pericolose per gli animali domestici?

I parassiti possono essere molto dannosi per la salute di cani, gatti e altri animali. La migliore soluzione è sempre la consueta: prevenire è meglio che curare.

0

Zecche e pulci. Nessuno vuole questi parassiti in casa e soprattutto a contatto con gli animali domestici.

Il motivo è semplice: questi insetti sono pericolosi, perché possono trasportare e causare malattie, anche gravi.

ZECCHE

Le zecche trasmettono patologie maligne, come la malattia di Lyme e la febbre maculosa delle Montagne Rocciose.

I cani specialmente sono molto sensibili a quest’ultima malattia che, in genere, causa febbre, vomito, diarrea e dolore addominale. Se non curata come si deve, può portare anche alla morte.

La malattia di Lyme, invece, è una patologia batterica che può colpire cani, cavalli, gatti e persone. Può causare problemi neurologici e malattie articolari. Nelle sue forme più gravi, può provocare insufficienza renale e, in ultima analisi, la morte.

PULCI

Le pulci sono particolarmente dannose per gli animali, soprattutto perché possono essere anche digerite, causando problemi gastrointerinali.

Le pulci possono con facilità infestare una casa e, quando accade, può essere davvero difficile eliminarle. Ecco perché è meglio prevenire, con antiparassitari ad hoc.

COME PREVENIRE I PARASSITI

Come riconoscere pulci e zecche.

Il miglior modo per combattere i parassiti, e prevenire così le malattie che possono causare, è il ricorso a farmaci preventivi (noti con il nome di antiparassitari): nel lungo periodo è la soluzione meno costoso e più sicuro per l’animale.

Il suggerimento è utilizzare gli antiparassitari durante tutto l’anno, una volta al mese.

Molti proprietari, infatti, smettono di dare l’antiparassitario alla fine dell’estate, quando il tempo si raffredda. Settembre e ottobre, invece, sono paradossalmente i mesi peggiori per l’infestazione di pulci e zecche.

Commenti