“Vaccino Pfizer efficace contro variante indiana”

Il fondatore di BionTech, Ugur Sahin, il ricercatore tedesco di origine turca che ha creato il vaccino Pfizer, si è detto fiducioso che il suo siero sia efficace contro la variante indiana. Secondo l’OMS, la variante indiana è stata accertata in almeno 17 Paesi.

Anche se gli studi continuano, «la variante indiana presenta mutazioni che già abbiamo studiato e contro le quali il nostro vaccino agisce, il che ci fa ben sperare», ha assicurato Sahin, che ha incontrato i giornalisti in una conferenza stampa on-line.

E poi ha continuato: «Grazie ai nostri studi sul cancro che muta continuamente, abbiamo studiato 30 varianti e abbiamo visto che in tutte queste varanti il nostro vaccino funziona bene».

«Da Israele – inoltre, ha aggiunto – abbiamo dati in tempo reale sulla variante britannica che è finora la più forte a livello globale; e su quella abbiamo addirittura un’efficacia al 97%, ossia superiore a quella consueta. Così come abbiamo una buona efficacia sulla variante brasiliana».

Del resto, ha concluso, «nel nostro vaccino abbiamo svariati punti di attacco al virus e abbiamo creato una specie di fortezza che è molto difficile superare. Se alcune varianti dovessero comunque forzare questa ‘fortezza’, noi potremmo ancora modificare il prodotto. Comunque sono fiducioso».

LEGGI ANCHE: Covid-19, Crisanti: “A fine maggio ci sarà una nuova ondata”