“Vaccino Novavax efficace al 90%, anche contro le varianti”

Novavax stima che sarà anche in grado di produrre cento milioni di dosi al mese, poi centocinquanta milioni entro la fine dell'anno.

Il vaccino anti Covid-19 «ha mostrato una protezione del 100% contro le forme moderate e gravi della malattia e del 90,4% in generale», ha affermato la società biotecnologica statunitense Novavax in una nota, aggiungendo che intende chiedere l’autorizzazione ufficiale per la commercializzazione entro la fine del terzo trimestre del 2021.

Novavax stima che sarà anche in grado di produrre cento milioni di dosi al mese, poi centocinquanta milioni entro la fine dell’anno.

«Novax si è avvicinata al suo obiettivo di soddisfare la persistente e critica domanda globale di salute pubblica dei nuovi vaccini anti COVID-19», ha affermato Stanley Erck, presidente della società.

Il vaccino di Novavax – NVX-CoV2373 nella terminologia ufficiale – utilizza una tecnologia diversa da quelle utilizzate per i vaccini già ampiamente autorizzati nel mondo: si tratta di un cosiddetto vaccino «a subunità», a base di proteine ​​che innescano una risposta immunitaria e virale.

A differenza di altri vaccini, non ha bisogno di essere conservato a temperature molto basse, ma solo tra i 2 e gli 8 °C, il che può facilitarne il trasporto e la somministrazione nei Paesi più vulnerabili e meno sviluppati.

LEGGI ANCHE: Qual è la differenza tra infarto e attacco cardiaco?