Vaccini, slitta l’obbligo. Nessun bambino escluso da nidi e materne

Slitta all'anno scolastico 2019/2020 l'esclusione da nidi e materne dei bambini non in regola con le vaccinazioni.

0
vaccini

Slitta all’anno scolastico 2019/2020 l’esclusione da nidi e materne dei bambini non in regola con le vaccinazioni.

La commissione Affari Costituzionali del Senato ha, infatti, approvato i due emendamenti identici, a firma Movimento Cinque Stelle e Lega, all’articolo 6 del Decreto Milleproroghe.

Decade in questo modo quanto previsto dall’articolo 3 della Legge Lorenzin che un anno fa ha ripristinato l’obbligo vaccinale per bambini e ragazzi da zero a 16 anni e che prevede come ‘requisito d’accesso’ la presentazione dei documenti vaccinali.

[amazon_link asins=’8804669837,B077ZBKZSZ,8893190338,887749204X,888572101X,8808063291,8865801948,8865800844′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6d3f2787-96e6-11e8-b3d7-2dea59c72565′]

Maurizio Fugatti, sottosegretario della Lega alla Salute, ha commentato: “Una decisione di buon senso per la quale esprimiamo grande soddisfazione“.

Critici i senatori del PD Dario Parrini e Simona Malpezzi: “Con questo atto M5S e Lega dichiarano la vittoria dei no vax e soprattutto si assumono la responsabilità di diminuire l’immunità di gregge e ciò va a scapito dei più piccoli, dei bambini, dei più fragili“.