Vaccinazioni in Francia, individuati 6 casi di gravi effetti collaterali

L’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari francese (ANSM) sta rivolgendo molta attenzione  l monitoraggio degli effetti collaterali associati all’iniezione della prima dose del vaccino Pfizer-BioNTech, ora denominato Comirnaty.

Nel suo ultimo rapporto, pubblicato il 14 gennaio e condiviso su Futura-Sciences.com – si segnala che finora si sono verificati in Francia sei casi di gravi effetti collaterali su un totale di 318mila persone vaccinate nella stessa data.

Si tratta di quattro casi di reazioni allergiche e due casi di tachicardia, eventi avversi che si sono sviluppati favorevolmente, senza mettere in pericolo la vita delle persone interessate.

L’ANSM ha descritto anche il caso di un residente in una casa di cura vaccinato il 13 gennaio, morto circa due ore dopo l’iniezione. Il paziente non ha avuto effetti collaterali gravi a seguito della vaccinazione e non ci sono prove che la sua morte fosse dovuta alla vaccinazione. Stava subendo un trattamento pesante e aveva una lunga storia medica.

L’ANSM resta vigile sui casi di paralisi facciale descritti all’estero ma secondo i primi elementi l’incidenza di questo fenomeno non è aumentata con l’inizio della campagna vaccinale.

LEGGI ANCHE: Quanto dura l’immunità per chi guarisce dal Covid-19?