Va al Pronto Soccorso con la febbre, gli trovano un dente sul cranio

Tutto ha avuto inizio da una semplice partita di calcio per un adolescente portoghese di 14 anni.

Il giovane è stato ferito alla testa e portato al Pronto Soccorso con la febbre. I medici hanno poi scoperto che il paziente aveva una piaga profonda 5 centimetri sul lato destro del cranio. I paramedici gli hanno suturato la ferito e lo hanno dimesso.

Dopo cinque giorni il giovane calciatore è tornato al Pronto Soccorso dove i medici hanno ripulito la ferita e gli hanno prescritto un trattamento antibiotico.

Tre giorni dopo, il giovane è stato nuovamente condotto al Pronto Soccorso perché persisteva il dolore alla ferita al cranio e da essa usciva del pus.

I medici, che hanno pubblicato la storia di questo caso clinico sulla rivista medica BMJ Case Reports, hanno trattato l’infezione con gli antibiotici prima di sottopore l’adolescente a una TAC, scoprendo che un dente era alloggiato nel suo cranio. I medici, quindi, hanno rimosso il corpo estraneo dal cranio dell’adolescente portoghese.

Questo tipo di incidente era già accaduto, come riportato da Franceinfo, nel 2015 quando il Queen Victoria Hospital (Inghilterra) curò un giovane ragazzo che lamentava un dolore alla mano. Poi, si scoprì che durante un incontro di boxe l’adolescente aveva colpito il fratello in faccia e un pezzo di dente era rimasto incastrato tra il suo mignolo e l’anulare.

LEGGI ANCHE: Cos’è la sindrome del tunnel carpale?